Chi è Alessia Cinquegrana? Biografia della prima Trans sposa

La biografia di Alessia Cinquegrana, la prima trans sposa in Italia

Si è svolto ieri nel Comune di Aversa (CE) il primo matrimonio transgender in Italia. A essere uniti in matrimonio sono stati Alessia Cinquegrana, ex Miss Trans, e il fidanzato Michele Picone. Come prevedibile, queste inedite nozze hanno generato un’ondata di polemiche e sono apparse anche scritte altamente offensive sulle mura della cittadina campana, ma andiamo a scoprire insieme chi è Alessia Cinquegrana, la prima trans sposa.

Alessia Cinquegrana: la biografia

Alessia nasce con il nome di Giovanni, ma che il proprio corpo non corrispondesse esattamente alla propria identità di genere lo capisce molto presto. Il piccolo Giovanni, come raccontato in prima persona da lui, rubava i vestiti alle sorelle per indossarli. Era appassionato di danza ma doveva prendere lezioni di nascosto per aggirare la contrarietà del padre.

La consapevolezza di ciò che era arriva nell’età dell’adolescenza quando inizia a maturare l’idea di dare il via alla trasformazione di Giovanni in Alessia. Nonostante gli scontri con la famiglia, a diciotto anni iniziano i dolorosi interventi per cambiare genere. Più o meno in contemporanea la passione per la danza inizia a diventare un lavoro e la rende più indipendente economicamente da un padre che decide di interrompe ogni rapporto con lei.

Alessia Cinquegrana sposa: il matrimonio con Michele

Nonostante non abbia portato completamente a termine la trasformazione, è stato possibile per Alessia cambiare identità anche di fronte alla legge e, pertanto, il matrimonio civile si è potuto celebrare senza intoppi legali ieri pomeriggio al Municipio di Aversa. Il desiderio di famiglia di Alessia non finisce qui: infatti, come da lei stessa dichiarato, esiste in lei la voglia di provare anche ad adottare un figlio.

Quanto avvenuto ieri ad Aversa entrerà sicuramente nella storia: infatti, con questo matrimonio, avvenuto assolutamente in ossequio a tutte le leggi italiane, l’Italia fa un grosso passo nella direzione dei diritti civili. L’unione di due persone legate da sentimenti non può di certo essere ostacolata dalla legge, discorso diverso è quello legato al desiderio di Alessia di adottare un figlio, ma non basterebbero ore e ore di discussione per venirne a capo.

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.