Come prevenire Attacchi di Panico? Tecniche contro Ansia e Paura

Come prevenire gli attacchi di panico? È possibile seguire delle tecniche specifiche per combattere paura e ansia

Prevenire gli attacchi di panico è possibile, basta mettere in pratica alcune tecniche specifiche con le quali si può controllare la propria paura, contrastando l’ansia. A soffrirne, purtroppo, la maggior parte delle persone, tra donne, anziani e bambini e, negli ultimi anni, sembra addirittura essere aumentato il numero degli italiani soggetti a tali disturbi. Ovvero, almeno 7 milioni in più rispetto a 5 anni fa. Porvi rimedio però si può, facendo attenzione ad alcune tecniche che indicano come comportarsi in situazioni di questo tipo.

Crisi di panico: come si manifestano?

Generalmente le crisi di panico possono manifestarsi attraverso una doppia sintomatologia, ovvero quella psichica e fisica. Quest’ultima si verifica subito dopo il primo attacco che si avverte sempre inaspettatamente, cioè quando la persona inizia a sentire un improvviso malessere fisico. Quindi tachicardia, sudorazione, dolore al petto oppure una sensazione di soffocamento. Questi, i primi sintomi che portano il paziente ad avere un forte senso di agitazione, che si trasforma successivamente in paura e panico.

Crisi di panico: le tecniche di autocontrollo

Ecco alcune delle tecniche di autocontrollo assunte maggiormente: respirazione lenta. In queste situazioni, il paziente necessita di tranquillità assoluta e, respirando lentamente, riesce a rilassare mente e corpo. Occorre infatti trattenere il respiro, contando mentalmente fino a 5 secondi e poi espirare dicendo ‘Mi rilasso’, in modo calmo e sereno. Ciò per almeno 4 volte al giorno.

Rilassamento muscolare. Rilassando i propri muscoli, il cervello avverte un segnale di ritorno alla normalità e annulla completamente le paure. In alcuni casi questa tecnica è progressiva, ovvero viene eseguita con l’aiuto di una voce registrata che indica le istruzioni da seguire. Generalmente a dare le indicazioni è il terapeuta di fiducia. Infine la tecnica dell’esposizione graduale. Quest’ultima permette di tornare nei luoghi degli attacchi di panico. E’ la più difficile, ma è anche quella che dà più soddisfazione. Tornare sul posto ove si è stati male in precedenza è la mossa che rende più forti e consapevoli di essere in grado di controllare il disturbo e avere tutte le capacità per superarlo.

Studentessa universitaria di Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso La Sapienza di Roma, con la passione per il giornalismo e la fotografia. Contributor Editor e Freelance per Newsly.it e NailsArt.it, Sogna di girare il mondo, con carta e penna alla mano e reflex al collo, per immortalarlo in ogni minimo dettaglio..