Dj Fabo, la Fidanzata racconta l’ultima notte prima di Morire

La fidanzata di Dj Fabo si spiega e, con molto dolore, voleva che l'ultima notte del suo innamorato non finisse mai.

Dj Fabo in Svizzera per l'Eutanasia 2

Dj Fabo, checché se ne dica, ha compiuto un vero e proprio viaggio e come in tutte le avventure si è accompagnati da amici, familiari e persone vicine. Intorno all’artista, nel suo percorso, la vicinanza è stata anche della sua fidanzata che non l’ha lasciato libero nemmeno un momento tant’è che fino alla fine è stata al suo fianco. Ecco il suo racconto.

Nella sua stanza di morte, oltre a Valeria, l’amore della sua vita c’era anche la madre del Dj che non è mai stata completamente d’accordo sulla sua scelta di lasciarsi andare e Marco Cappato, il tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni che l’ha accompagnato in questo suo viaggio che non prevedeva la vita come meta finale.

ECCO PERCHE’ DJ FABO HA VOLUTO MORIRE

Fabo ha voluto smettere di vivere perché, a detta sua, quella non era più vita. Lui, ogni volta, raccontava la stessa cosa: “La musica era felicità, era bellissimo tornare a casa alle 7 del mattino, parlare con le persone, ora non riuscirei a far nulla. A volte quando sento la musica mi viene addosso una grande, insopportabile tristezza, era la vita e questa non è la vita. Sono un cervello attaccato a un corpo che non ubbidisce e che non vede più nulla intorno a lui”.

VORREI CHE QUESTA NOTTE NON FINISSE MAI

Nell’ultima tappa dell’artista c’è stato tanto “casino” come ha riferito l’infermiera che era di turno prima che Fabo dicesse addio a questo mondo. In lui, inoltre, spiega l’operatrice sanitaria, c’era la paura di non riuscire a morire poiché non potendosi muovere non riusciva a bere il bicchiere con i 15 grammi di pentabarbital di sodio quindi avrebbe dovuto mordere il pulsante che avrebbe attivato la somministrazione in via endovenosa; così è stato e, infatti, venti minuti dopo si è conclusa la sua notte. La fidanzata Valeria, invece, avrebbe voluto che quell’ultima serata non avesse mai fine tant’è che il suo pensiero messo per iscritto era proprio questo: “Vorrei che questa notte non finisse mai.”