Incendio Centro Commerciale Oggi: allarme Amianto

Un incendio è divampato presso il centro commerciale Prisma in provincia di Venezia. Non si registrano feriti, ma è allarme amianto.

Incendio alla pizzeria Sorbillo di Milano: Non si tratta di atto doloso

Intorno a mezzanotte di oggi, 16 luglio 2017, un incendio si è sviluppato nel centro commerciale di Santa Maria di Sala, a Venezia. Non ci sono feriti, ma il tetto dell’edificio era costruito con lastre di amianto ed è questo a destare le maggiori preoccupazioni.

L’incendio è divampato al centro commerciale Prima, sito a Santa Maria di Sala in via Grandi, nella notte tra il 15 e il 16 luglio, poco prima della mezzanotte. Le fiamme si sono propagate all’interno della struttura, ma il pronto intervento dei Vigili del Fuoco ha impedito che essere avvolgessero l’intero edificio. Sul posto sono intervenute, vista la presenza di amianto nella copertura del centro commerciale, anche le squadre del Nucleare Biologico Chimico Radiologico, NBCR, per la decontaminazione.

Secondo le notizie provenienti dal luogo dell’incendio, pare che le fiamme non siano arrivate alla copertura, tuttavia le temperature elevate e il fumo rendono inagibile la struttura e fanno comunque temere gli effetti dell’amianto. Il Nucleo Investigativo Antincendio Territoriale sta indagando al fine di scoprire le cause che hanno scatenato il rogo.

Esplosione a Solopaca (Benevento): feriti gravi per una fuga di gas

Cos’è l’amianto e quali effetti può avere sull’uomo?

L’amianto è una materia costituita dall’unione di diversi minerali e appartenente al gruppo dei fillosilicati e a quello degli inosilicati; per trasformarsi in amianto i minerali attraversano dei processi idrotermali di bassa temperatura e pressione. Alta resistenza al fuoco è la principale caratteristica che ha portato l’amianto ad essere uno dei materiali più utilizzati, fino ad inizio anni ’90, nell’edilizia, alcuni studi tuttavia hanno accertato la tossicità del materiale e per tale ragione in diversi Paesi, tra cui l’Italia, l’utilizzo di amianto è stato vietato.

Le sue polveri, infatti, se respirate possono provocare dei gravi danni all’uomo. Tra le patologie riconducibili all’amianto vi sono i tumori della pleura, il carcinoma polmonare e l’asbestosi per importati esposizioni. Il tipo più pericoloso è la crocidolite o i materiali contenenti amianto friabile; l’Eternit ha invece un livello di pericolosità più basso.

Condividi
Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...