Laura Biagiotti Ricoverata in Terapia Intensiva: Condizioni Gravissime

Malore per Laura Biagiotti: ricoverata al Sant'Andrea per "arresto cardiaco e danno cerebrale"

Malore per Laura Biagiotti. La stilista 74enne è stata ricoverata ieri sera in Terapia intensiva all’Ospedale Sant’Andrea di Roma, dopo un arresto cardiaco che le ha provocato un grave danno cerebrale. Secondo il bollettino medico infatti la donna si troverebbe al momento in gravissime condizioni.

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Sant’Andrea ha dichiarato che, durante la serata di ieri, la stilista Laura Biagiotti si sarebbe sentita male improvvisamente. Erano infatti le 21:30 della sera, quando la donna è stata colpita da un infarto, mentre si trovava nella sua residenza di Guidonia. Rianimata prima di raggiungere il Pronto Soccorso e dopo con manovre più specifiche, l’attività cardiaca della paziente è riuscita a riprendersi.

Malore Laura Biagiotti: il quadro clinico

Secondo quando riferito dai medici, la famosa stilista ha subito “un arresto cardiaco che ha provocato un grave danno cerebrale“. Il quadro clinico e gli accertamenti eseguiti dimostrano che, l’arresto cardiaco avvertito ieri sera rappresenta un vero e proprio danno al cervello, anzi quest’ultimo sembrerebbe essere di tipo anossico.

L’anossia cerebrale è quando viene a mancare improvvisamente l’ossigeno alle cellule, provocandone la morte nel giro di pochissimi minuti. Le conseguenze quindi possono variare a seconda di deficit motori o sensoriali, di diverse alterazioni delle capacità cognitive, fino ad uno stato di coma persistente.

Al momento Laura Biagiotti è ricoverata in Terapia Intensiva ed è in gravissime condizioni. Secondo quanto riferito dai medici, si starebbe procedendo con le pratiche per l’accertamento della condizione di morte cerebrale.

Studentessa universitaria di Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso La Sapienza di Roma, con la passione per il giornalismo e la fotografia. Contributor Editor e Freelance per Newsly.it e NailsArt.it, Sogna di girare il mondo, con carta e penna alla mano e reflex al collo, per immortalarlo in ogni minimo dettaglio..