Matteo Renzi Dimissioni, gli scenari possibili: le scelte di Mattarella

Dimissioni Renzi: Cosa succede adesso?

Dopo le dimissioni di Matteo Renzi, vediamo quali sono i possibili scenari che si creeranno sul fronte

Il popolo italiano ha fatto la propria scelta ed un netto “NO” ha avuto la meglio in queste elezioni referendarie. Poco dopo, alla mezzanotte di ieri, Matteo Renzi ha annunciato le proprie dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio. Tali dimissioni verranno presentate questa mattina, 5 dicembre , al Presidente della Repubblica, Mattarella, a cui spetterà ricomporre il puzzle appena saltato.

Ricevute le dimissioni ufficiali del premier, Mattarella potrebbe, nell’ambito dei suoi poteri istituzionali previsti dalla Costituzione:

  • chiedere a Renzi di rimanere in carica e presentarsi alle Camere per un nuovo voto di fiducia;
  • accettare le dimissioni di Renzi, iniziando nuove consultazioni oppure decidere di sciogliere le Camere e andare alle elezioni prima della data stabilita, cioè il 2018.

La possibilità di un Renzi bis appare remota, almeno considerando il discorso netto fatto dal premier nell’annunciare le sue dimissioni. Inoltre ci sarebbe bisogno del sostegno compatto del Pd, che è ancora forza di maggioranza assoluta alla Camera e relativa al Senato.

Il Presidente della Repubblica potrebbe, come detto: cercare una maggioranza politica per portare il Paese al voto, orientarsi su un governo tecnico o optare per un governo di scopo. 

Al termine delle consultazioni, tra Mattarella i presidenti della Camera e del Senato, i senatori a vita e i leader parlamentari, il Presidente indicherebbe il nome del nuovo presidente del Consiglio incaricato, che in un primo momento accetterà con riserva l’incarico, al fine di verificare la ‘fattibilità’ di un governo. Sciolta la riserva, presenterebbe la lista dei ministri al Presidente della Repubblica, giurerebbe e si presenterebbe alle Camere con un programma di governo ampio, nel caso di governo politico o di scopo, per la riforma della legge elettorale e altre eventuali priorità.

Adottando quest’ultimo quadro politico i possibili nomi sarebbero quello del Ministro dell’Economia, Padoan o il Presidente del Senato, Piero Grasso. L’ultimo, ma anche il meno probabile, scenario politico che si andrebbe a creare, sarebbero le elezioni anticipate, ampiamente richieste dagli esponenti del Movimento 5 stelle.

Dimissioni Renzi: Governo Tecnico al suo Posto?

Condividi
Dopo la maturità classica, si trasferisce all'estero per coltivare una delle sue passioni : la conoscenza e lo studio delle lingue e della cultura straniera. Amante delle Arti in qualsiasi forma, le piace dedicare del tempo alla lettura e soprattutto alla scrittura.