Omicidio Ragazza di Pietra Ligure, Oggi udienza per il fermo dell’assassino

Nella giornata di oggi, ad Imperia, ci saranno l'autopsia sul corpo della ragazza uccisa con venti coltellate e la convalida del fermo per il suo ex fidanzato e assassino della giovane

Imperia, a Pietra Ligue una ragazza è stata uccisa per mano del proprio ex. Oggi ci sarà l’udienza relativa alla convalida del fermo per l’assassino. Nei giorni scorsi Imperia, una delle più importanti province della Liguria, è stata scossa da un grave omicidio, peraltro premeditato, ai danni di una giovane di 19 anni, Janira D’Amato che è stata uccisa dal suo ex fidanzato 21enne, Alessio Alamia Burastero.

Il fattaccio è avvenuto per via della fine della relazione fra i due. Questa decisione era stata presa dalla vittima che aveva “troncato” con quello che sarebbe diventato il suo omicida per motivi di troppa gelosia da parte di lui. Probabilmente la rabbia ha portato il ragazzo a compiere il gesto estremo di colpire con una ventina di coltellate Janira e toglierle la vita.

Oggi, nel pomeriggio, ci sarà l’autopsia sul corpo della ragazza che confermerà quanto accaduto. Due delle venti coltellate, secondo un primo esame, avrebbero tagliato la carotide provocando il dissanguamento della giovane che, peraltro, prima di essere uccisa è stata fregiata al volto. Quest’ultimo gesto, oltretutto, se venisse confermato dai medici legali potrebbe aggravare ulteriormente la situazione dell’omicida.

Questa mattina, invece, ci sarà l’udienza in cui il giudice di Imperia deciderà se convalidare o meno il fermo per Alessio che, ora, è rinchiuso in isolamento nel carcere di Oneglia ed è assistito da Alessandro Vignola, il suo avvocato.