Ragazza morta di meningite a Vienna dopo Giornata Mondiale della Gioventù

Ragazza morta di meningite a Vienna dopo Giornata Mondiale della Gioventù
PARIS, FRANCE: Pope John Paul II salutes the crowd from the altar of the open air cathedral build on the Longchamp racecourse, where an estimated crowd of 700,000 young catholic pilgrims gathered 23 August for a 24-hour marathon evangelical get-together due to climax with a huge mass 24 August concluding the 12th World Youth Days. (Photo credit should read THOMAS COEX/AFP/Getty Images)

Una ragazza muore per meningite nell’ospedale di Vienna.

Un grave lutto ha colpito una famiglia romana che mai avrebbe pensato di non rivedere più la propria figlia dopo un viaggio legato alla Giornata Mondiale della Gioventù. La giovane rientrava da Cracovia dove aveva frequentato il Servizio Nazionale per la pastorale giovanile.

Il decesso è avvenuto a Vienna per una meningite e l’ospedale austriaco, per evitare altre morti, ha invitato tutti i visitatori a sottoporsi a profilassi. Inoltre, a parlare di questo fatto tragico è stata la Conferenza Episcopale italiana che spiega quali sono i sintomi legati alla meningite che si potrebbero accusare e come agire di conseguenza. La febbre alta, mal di testa o di gola, problemi alla vista o perdita di conoscenza sono tutte possibili cause da indicare in ospedale.

Se una persona dovesse essere affetta da meningite batterica dovrebbe sottoporsi a una terapia antibiotica e, inoltre, tutti coloro che hanno avuto contatti con il soggetto malato negli ultimi 10 giorni dovranno sottoporsi alla profilassi obbligatoria che consiste nell’assunzione di una compressa di ciprofloxacina 500 mg.

L’abbraccio e le parole di cordoglio arrivano anche dalla Chiesa italiana che “si stringe attorno alla famiglia della ragazza rimasta vittima a conclusione di una giornata all’insegna della fratellanza e della condivisione”.