Scandalo Trapani, i regali di Ettore Morace a politici e imprenditori

Tutti gli uomini dell'armatore Morace: i favori del presidente della Liberty Lines a politici e imprenditori nello scandalo a Trapani

Dai rolex alle partite di calcio al Provinciale, dai biglietti dei traghetti alle auto di lusso: sono questi i regali dell’armatore Ettore Morace ai suoi amici, scoperchiati nel vaso di Pandora dello scandalo emerso a Trapani. Coinvolti politici locali, imprenditori e soprattutto la famiglia Morace. Ettore, figlio del comandante Vittorio, presidente del Trapani Calcio da pochi giorni retrocesso in Lega Pro, ha fatto una serie di regali e favori ad amici, la maggior parte di questi politici e imprenditori influenti. Tra i tanti nomi emersi quello dell’ex sindaco (ricandidato) Girolamo Fazio.

Fazio riceveva puntualmente biglietti gratuiti per i traghetti della compagnia dell’armatore siciliano, la Liberty Lines, ma anche per le partite di calcio del Trapani, destinati ad amici perchè lui era già abbonato. Ma questa è solo la punta dell’iceberg, perchè il politico aveva anche falsificato delle fatture assieme a Morace. A lui, inoltre, era stata intestata una Mercedes della Liberty Lines.

 

Tutti i favori di Morace agli amici influenti

Ma sono tanti altri i favori di Ettore Morace per ingraziarsi politica e imprenditoria locale e nazionale. Dai rolex alla senatrice Vicari e al suo collaboratore Di Caterina, 5000 euro il valore per ognuno, alle assunzioni pilotate alla Liberty per amici e parenti di politici trapanesi (il figlio di Fazio lavora per la Liberty), per finire alle fatture truccate e gonfiate (una liquidazione da 100 mila euro per Marianna Caronia, 50 mila di questi per prestazioni inesistenti).

E poi, nel maxi elenco degli inquirenti, compare anche un’elargizione di 5000 euro per RiparteSicilia di Rosario Crocetta. Il presidente della Regione Sicilia ha subito dichiarato che li restituirà. E nuove importanti rivelazioni potrebbero venire a galla nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

Sono nato nel 1995 a Palermo e da qui mi piace raccontare storie dal mondo del calcio, del cinema e della musica, ma senza trascurare la mia città e le sue contraddizioni. Vero e proprio football addicted, per Newsly seguo il meglio del calcio e degli sport.