Accadde Oggi 23 marzo: nasce Franco Battiato

Un particolare cantante italiano

Accadde Oggi 23 marzo: nasce Franco Battiato

Il 23 marzo 1945, nasceva Franco Battiato; va alla sua carriera e alla sua musica il nostro Accadde Oggi.

Franco Battiato: la vita e la carriera

Il cantante siciliano, nato in un paesino vicino Catania, è un artista alla continua ricerca delle novità e delle nuove correnti. Negli anni ’70 inizia il suo lavoro musicale vero e proprio, pubblicando canzoni originali come: Pollution, Clic e Madamoiselle le Gladiator. Troppo particolare per avere successo, forse poco comprensibile, ma nel giro di pochi anni viene licenziato dalla Ricordi per scarsa vendita di album.

Con il passaggio alla EMI, le cose cambiarono radicalmente anche dal punto di vista stilistico; nel 1979 il cambiamento si riscontra nell’album “L’era del Cinghiale Bianco”, l’anno successivo invece, esce il disco “Patriots” e poi è la volta de “La voce del padrone”. Da questo momento, nell’arco di pochi anni, seguirono altri 5 album e nel 1989, inizia a collaborare con Longanesi le edizioni “L’Ottava”. Il suo essere costantemente originale, fa di lui anche un personaggio testardo e nel 1987, debutta a teatro con “Genesi”, di successo per il pubblico ma un po’ meno per la critica; in contemporanea all’opera teatrale, uscirono gli album: Nomades, Fisiognomica e Giubbe Rosse.

Nel 1991 esce l’album “Come un Cammello in una grondaia”, dal quale partì l’omonimo tour accompagnato da musicisti di un certo calibro: l’orchestra I Virtuosi Italiani, con i quali suonò a Baghdad, il pianista Antonio Ballista e il violinista Giusto Pio. Nel 1993 esce la raccolta “Caffè de la Paix”, nel ’94 viene rappresentata l’opera “Il Cavaliere dell’intelletto” (su commissione della Regione Siciliana). Nel 1996 pubblica l’album “L’Imboscata”, contenente il noto brano “La cura”, nel ’98 il disco “Gommalacca” e nel 1999, l’album “Fleurs”, composto da una serie di cover.

Dopo l’ultimo lavoro “Fleurs 3”, nel 2004 passa alla figura di presentatore del programma “Bitte, keine réclame”, in onda su RAI Doc. Nel 2011 partecipa al Festival di Sanremo con il brano “L’alieno”, mentre nel 2012 esce il disco “Apriti Sesamo”. Nel 2014 inaugura un tour “elettronico” dal nome “Joe Patti’s experimental group” e nel 2015, pubblica un’altra raccolta: Anthology – Le nostre anime. Nel 2016, parte il tour con la cantante Alice: 32 date italiane, con le canzoni più note e importanti duetti.

L’originalità delle sue canzoni e le più belle

Cucurucucu Paloma
La canzone originale, è stata scritta dal cantautore messicano Tomás Méndez nel 1954 e paloma sta per colomba, mentre cucurucucu è il verso che fa – sempre in lingua spagnola. Il significato è riconducibile al verso del colombo in amore. Tra le versioni famose, quella di Caetano Veloso e quella di Battiato, dell’album La voce del padrone.

Bandiera Bianca
E’ il primo brano commerciale di successo del cantante e lo stesso che fece capire al pubblico, la sua originalità e la forte personalità artistica. Contribuì al successo, il maestro Giusto Pio, citato poco prima.

I Treni di Tozeur (duetto con Alice)
Tozeur è una cittadina della Tunisia, circondata da un lago salato dove passavano le carovane e dove avveniva il fenomeno della fata morgana che permetteva di vedere i miraggi. Il singolo si classificò al ventesimo posto tra i singoli più venduti nel 1984 e venne inserito nell’album Mondi lontanissimi di Battiato e in una raccolta inglese, Echoes of Sufi Dances, con il titolo di The trains of Tozeur; seguì anche una versione in spagnolo : Los trenes de Tozeur.

“Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso” (Albert Einstein). Ha studiato Festival Manager presso la Giffoni Academy. Appassionata di libri, cinema, arte e musica. Sognatrice ma realista, scrive per la sua sete di curiosità.