Quantcast
Accadde Oggi 4 marzo: nasce Lucio Dalla
Musica

Accadde Oggi 4 marzo: nasce Lucio Dalla

Il 4 marzo 1943 nasceva uno degli artisti italiani più emblematici: Lucio Dalla. Per ricordare la sua carriera, nella sezione Accadde Oggi, raccontiamo alcune delle sue collaborazioni più famose.

I duetti più belli

Onda su Onda: Lucio Dalla e Paolo Conte
Onda su onda
il mare mi porterà
alla deriva,
in balia di una sorte bizzarra e cattiva…
onda su onda,
mi sto allontanando ormai…
la nave è una lucciola persa nel blu…
mai più mi salverò…”

Nel 1974, Bruno Lauzi portò al successo una canzone scritta da Paolo Conte: Onda su Onda. Conte iniziò negli anni ’60 come autore e compositori di brani, molti dei quali di successo: Messico e Nuvole di Jannacci, Insieme a te non ci sto più di Caterina Caselli…
Nel 1977 nello spettacolo “Il futuro dell’automobile e altre storie” in onda alla RAI, Paolo Conte duettò con Lucio Dalla nella canzone Onda su Onda. Nello stesso anno, Lucio Dalla intonò “Porta Romana” in compagnia di Guccini e Vecchioni: una chitarra, una tavola e tre splendide voci. Un tempo bastava un pranzo, il vino e l’improvvisazione a fare la differenza; un tempo la musica aveva loro…

Caruso: Lucio Dalla e Pino Daniele

“Qui dove il mare luccica
E tira forte il vento
Su una vecchia terrazza
Davanti al Golfo di Surriento
Un uomo abbraccia una ragazza
Dopo che aveva pianto
Poi si schiarisce la voce
E ricomincia il canto”
Il 27 settembre 1987 allo Stadio Collana di Napoli, Pino Daniele tenne un suo concerto per il “Bonne Soirée Tour”, tratto dall’omonimo album. Il live venne trasmesso sulla RAI e per l’occasione tra gli ospiti della serata , ci fu Lucio Dalla. Insieme cantarono Caruso, la canzone che venne incisa un anno prima dal cantautore bolognese ed è dedicata al tenore Enrico Caruso, in realtà ad ispirarlo, fu una coincidenza: Lucio Dalla soggiornò, a seguito di un guasto alla propria imbarcazione, nella stessa stanza d’albergo in cui era solito dormire il tenore e i proprietari della struttura, gli rivelarono alcuni dei suoi segreti sentimentali.

Banana Republic: Lucio Dalla e Francesco de Gregori

E poi verso sera li vedi tutti a caccia
di una donna e via.
E attraversano la notte a piedi
per truffare la malinconia.
E spendono più di una lacrima
su un bicchiere di vino e di rum.
E piangendo gli viene da ridere,
ballo anch’io se balli tu.”
Nel 1979, dopo il precedente duetto con la canzone Ma come fanno i marinai, Lucio Dalla e Francesco de Gregori organizzano un tour negli stadi italiani, Banana Republic: lo stesso nome dell’album live, registrato durante i concerti; il titolo richiama quello di Banana Republics di Jimmy Buffet. Al progetto presero parte anche Ron e gli Stadio, quest’ultimi non ancora affermati come gruppo.
Il disco è composto da 28 brani, tra i quali: Piazza Grande, cantata solo da Lucio Dalla e Bufalo Bill e Santa Lucia, eseguita invece soltanto da De Gregori.

Amore disperato: Lucio Dalla e Mina

E’ amore in mezzo al ghiaccio,
Nel guanto del potere
Un cuore che è vigliacco
E non sa volere bene
Prende le vite con un braccio
Le tiene chiuse al buio,
coperte da catene…”
Nel 2003, uscì l’album Lucio, di Lucio Dalla: tra i brani presenti emerge “Amore disperato” cantato da Mina, tratto dalla rivisitazione dell’opera Tosca di Puccini, di cui Lucio ne fu l’autore musicale. Lo stesso brano, è contenuto nell’album “Caramelle” di Mina, pubblicato nel 2010.

Il nostro omaggio

Non sarà di certo la morte a far dimenticare le persone, anzi: Lucio Dalla nel corso della sua vita e carriera, ha dimostrato di essere un grande artista ma, anche un grande uomo. Sono tanti gli anni che Lucio ha dedicato alla musica, così come sono tanti gli artisti con i quali ha duettato. Abbiamo raccolto quelli che meritano di essere ricordati, ognuno può ritrovarci quello che meglio crede: un ricordo, un’emozione, un successo senza tempo. Noi ci abbiamo trovato semplicemente un nome: Lucio Dalla.

https://www.youtube.com/watch?v=pDyapd-M5Cc

Tag

Isabella Bellitto

"Non ho particolari talenti, sono soltanto appassionatamente curioso" (Albert Einstein). Ha studiato Festival Manager presso la Giffoni Academy. Appassionata di libri, cinema, arte e musica. Sognatrice ma realista, scrive per la sua sete di curiosità.
Back to top button
Close
Close