Attentato Manchester Arena: messaggi di cordoglio internazionali

Attentato Manchester, "attacco all'innocenza": colpiti gli adolescenti di tutto il mondo. Messaggi di cordoglio internazionale sono giunti da ogni parte del pianeta

La strage che ha colpito Manchester, avvenuta al concerto di Ariana Grande ieri sera, è stata definita un “attacco all’innocenza“. A nominarlo in questo modo, il primo ministro australiano Malcolm Turnbull, poiché volto a colpire gli adolescenti di tutto il mondo. Europa in lutto con la Gran Bretagna, moltissimi i messaggi di conforto su Twitter.

Gli attentati non finiscono. Questa volta però a rimanere vittime dell’attacco terroristico giovani se non giovanissimi al loro primo concerto musicale. Secondo le fonti, la tragedia si sarebbe scatenata in seguito ad un’esplosione avvenuta alla fine dello spettacolo della popstar Ariana Grande, che ha visto coinvolti tantissimi ragazzi. E’ proprio per questo, che il cordoglio internazionale ha definito l’attentato terroristico come un attacco all’innocenza.

Attacco a Manchester: i messaggi di cordoglio

Non appena appresa la notizia, tutta l’Europa si è riunita in un cordoglio per le vittime di Manchester e le loro famiglie. Dolore, rabbia e tanta commozione espressa su Twitter. Tra i tanti pensieri condivisi online, si ricordano quelli del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha dichiarato che molti giovani innocenti sono stati uccisi da “malvagi perdenti”, aggiungendo: “Non li chiamerò mostri, sono malvagi perdenti”.

Le condoglianze alla premier britannica Theresa May sono giunte anche dal presidente russo Vladimir Putin, il quale si è detto intenzionato a rinforzare la collaborazione anti-terroristica con Londra. Anche la Cina si stringe al dolore per le vittime e i feriti. Il presidente cinese Xi Jinping ha infatti inviato un telegramma alla regina Elisabetta, esprimendole le sue più sentite condoglianze.

Tristezza e grande shock per il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, dichiaratosi fortemente triste e con un cuore in frantumi. Ha quindi affermato che il terrorismo ha diffuso paura, in un momento in cui a regnare doveva essere la gioia.

Tra i tanti messaggi sui social, anche quello della cancelliera tedesca Angela Merkel, la quale ha espresso la sua enorme tristezza nei confronti di questa tragedia. Ancora oggi un unico desiderio unisce i paesi dell’Unione Europea: rafforzare il proprio impegno e sconfiggere chi distrugge questo nostro modo di vivere.

Il terrorismo è una minaccia mondiale e per sconfiggerlo occorre che i paesi civili debbano collaborare e agire insieme. Anche l’Italia si unisce al dolore per quanto accaduto a Manchester. Il premier Paolo Gentiloni esprime la sua vicinanza alla Gran Bretagna.

Studentessa universitaria di Scienze e Tecnologie della Comunicazione presso La Sapienza di Roma, con la passione per il giornalismo e la fotografia. Contributor Editor e Freelance per Newsly.it e NailsArt.it, Sogna di girare il mondo, con carta e penna alla mano e reflex al collo, per immortalarlo in ogni minimo dettaglio..