Canone Rai in bolletta: Come e quando chiedere l’esenzione

Canone RAI 2017

Dall’Associazione Consumatori Aduc, arrivano le informazioni necessarie per non pagare il canone Rai sulla bolletta dell’energia elettrica , in caso non si sia in possesso di un’apparecchiatura Tv.

Vediamo come si fa? 

E’ necessario riempire un apposito modulo a cura dell’intestatario dell’utenza elettrica o , in caso di decesso di questi, dell’erede.  Il modulo cartaceo va inviato, debitamente riempito e con allegati le fotocopie dei documenti di identità dello scrivente. tramite raccomandata con ricevuta di ritorno a :

Agenzia delle Entrate – SAT Sportello abbonamenti Tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. 

In alternativa, è possibile anche inviare una lettera in carta libera che deve comunque contenere tutte le indicazioni richieste sul modulo e sempre via raccomandata A/R. Data di scadenza per l’invio del cartaceo : 30 aprile 2016. 

E’ possibile procedere alla disdetta del canone tramite computer, registrandosi sul sito dell’Agenzia delle Entrate o tramite, se si hanno, le credenziali Fisconline o Entratel. La scadenza per la disdetta online slitta al 10 maggio 2016.

Chi può chiedere la disdetta del canone Rai? 

Possono chiedere la cancellazione del Canone Rai dalle bollette dell’energia elettrica:

  • Chi non possiede nessun apparecchio televisivo nella casa dove si ha l’utenza dell’energia elettrica.
  • chi ha ottenuto la sigillatura dell’apparecchio televisivo entro il 31 dicembre 2015. (dal 2016 la “sigillatura TV” non sarà più possibile)
  • Chi ha nella stessa casa due utenze elettriche diversamente intestate (es. marito e moglie) , può scegliere su quale delle due farsi addebitate il Canone Rai.
  • Chi desidera aggiornare o correggere la propria situazione in merito.

La disdetta del Canone Rai non si produce in automatico ma va rinnovata ogni anno. Per l’esenzione 2017 la richiesta va spedita entro il 31 dicembre 2016. Le richieste che perveranno entro il 30 aprile per il cartaceo o entro il 10 maggio per la procedura online, riguarderanno l’esenzione del secondo semestre d’anno.

 

 

 

Lelia Paolini è nata a Viareggio. Vive in Versilia con i tre figli, due gatti e un marito. Fra le sue più grandi passioni leggere, scrivere, ridere, viaggiare. Sogni nel cassetto: scrivere il romanzo del secolo e stabilirsi in un cottage in Scozia, vista Oceano.