Colpo di Stato Turchia: Le foto del giorno dopo

Colpo di Stato in Turchia: Facebook e Twitter bloccati

La notte è stata lunga tanto quanto quella precedente in seguito alla strage di Nizza; ormai il mondo è nel caos e la Turchia si è risvegliata in un’atmosfera di terrore e sbigottimento dopo il fallito tentativo del colpo di Stato. I lealisti hanno ripreso il controllo del paese, mentre la popolazione si è opposta al colpo di Stato. La situazione è sfuggita di mano tanto da indurre Erdogan a fuggire con un aereo privato cercando aiuto in Germania. Il presidente però ha dovuto fare dietro fronte e atterrare ad Istanbul tra i sostenitori dopo il rifiuto tedesco. Le parole sono diventate minacce: «Pagheranno duramente per il loro tradimento che ha attentato all’unità e alla sovranità nazionale», mentre si calcolano oltre 190 morti nelle strade.

Continuano nella mattina gli scontri tra i militari e i golpisti. Infatti, ad Ankara le forze armate asserragliano gli insorti da diverse ore, mentre si tenta di raggiungere un compresso e spingere alla resa. Il governo turco che sta affrontando momenti davvero difficili ha scatenato un vero e proprio tormentone, sono circa 23,000 gli utenti che su Twitter hanno  postano l’hashtag #damistiyorum, #vogliolapenadimorte dopo il colpo di stato. Le autorità e le forze armate turche temono un altro tentativo di colpo di Stato, quindi le strade sono pattugliate per mantenere l’ordine pubblico.

 

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l'unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d'arte per cambiare il mondo