El Capitan Scalato da Alex Honnold: Impresa storica nell’arrampicata

Alex Honnold ha raggiunto la vetta della montagna dello Yosemite in free solo

El Capitan, la montagna dello Yosemite, è una distesa verticale che si protrae in altezza per oltre un miglio, 2.307 metri, più su del più alto edificio al mondo, il Burj Khalifa di Dubai. Sabato Alex Honnold è riuscito a raggiungere la vetta di questa montagna in meno di 4 ore senza corde né attrezzature di sicurezza. Una scalata spettacolare, un’impresa storica che entrerà nella leggenda e che è stata documentata in un film di National Geographic. Dopo 900 metri di muro è entrato nella storia dell’arrampicata. Massima esposizione e velocità pazzesca, in 3 ore e 56 minuti Alex ha raggiunto la vetta del monte della Sierra Nevada in California. Un pazzo? Un sognatore? Quel che è certo è che Alex ha realizzato la sua impresa leggendaria senza piantare un solo chiodo.

Alex Honnold, un’impresa leggendaria con un tempo record

Il climber di fama mondiale Alex Honnold sabato è diventato la prima persona ad aver scalato El Capitan, mettendo a segno quella che potrebbe essere la più grande impresa di arrampicata nella storia di questo sport. Delle sue 3 ore e 56 minuti di arrampicata perfetta è persino sembrato che l’ultimo tratto lo facesse di corsa. Honnold ha iniziato la sua storica arrampicata senza corde, uno stile conosciuto con il nome di “free soloing”, nella rosea luce alle prime luci dell’alba e prima dell’ora di pranzo si trovava già sulla cima di El Capitan.

Un percorso quasi impossibile

“Questo è lo sbarco lunare della salita in libera”, il commento di Tommy Caldwell, autore del 2015 di un’altra arrampicata storica sulla cima di El Capitan lungo la via del Dawn Wall, dove lui e il suo compagno Kevin Jorgeson hanno usato corde e altre attrezzature solo per fini di sicurezza. La via che ha scelto di percorrere Alex per arrivare alla cima di El Capitan, è conosciuta come la Freerider ed è una delle più apprezzate grandi pareti da arrampicata di Yosemite. La via ha 30 pitch ma è considerata un percorso complesso anche dagli esperti arrampicatori, così difficile che qualche anno fa ha fatto notizia anche la sua scalata con corde di sicurezza. Un percorso a zig zag con diverse spaccature e crepe più o meno visibili. Insomma un percorso davvero pericoloso anche con le dovute attrezzature di sicurezza, ma questo non ha spaventato Honnold, lui la paura quasi non sa cosa sia. Alla fine ci è riuscito, ha scalato la vetta ed ha realizzato qualcosa di molto vicino all’impossibile e alla fine Alex ha realizzato il sogno di una vita probabilmente e su facebook ha celebrato il suo sogno diventato realtà con poche parole: “So stoked to realize a life dream today”

Dottoressa in Giurisprudenza con specializzazione in diritto penale, Avvocato praticante e (ormai) ex pallavolista.
Sto ancora studiando per realizzare il mio sogno di diventare un Magistrato,ma la grande passione della mia vita è sempre stata il calcio,l’unico vero amore il mio Milan. Cresciuta a pane volley e partite di pallone,sono passata dal divertire i miei amici con i miei commenti calcistici sui social a scrivere per davvero di calcio e volley, e non c’è niente di più gratificante che scrivere di ciò che ami!