Musica

Massimo Ranieri: biografia, canzoni e nome vero del cantante napoletano

Più di quarant'anni di carriera alle spalle e numerosi successi, ecco tutte le informazioni utili sul cantante Massimo Ranieri.

Giovanni Calone in arte Massimo Ranieri nasce il 13 maggio 1951 a Borgo Santa Lucia uno storico rione di Napoli. Gianni come lo chiamano i familiari è il quinto figlio di otto bambini. Egli cresciuto in un ambiente frugale e molto povero, inizia da piccolo a lavorare, fin da subito si adatta a fare i lavori più diversi pur di guadagnare qualche spicciolo. Incomincia facendo il garzone presso un panettiere, continua come fattorino, ragazzo di bottega, commesso, barista e ovunque dove ha la possibilità di guadagnare qualcosa onestamente.

Vita privata del cantante

Massimo Ranieri ha avuto diverse storie importanti nella sua vita ma non si è mai sposato, ma ha una figlia di nome Cristiana, riconosciuta molti anni dopo la sua nascita. Tre sono le storie fondamentali nella vita di Massimo nonostante il cantante abbia cercato di mantenere sempre lontani dai riflettori le sue storie d’amore. La prima relazione importante è con la cantante Franca Sebastiani, dalla cui unione nel 1970 nasce Cristiana. Massimo appena diciannovenne non riconosce subito la bimba allontanando la compagna e la figlia, la riconoscerà molti anni dopo.

Nel 1984 inizia una lunga relazione con l’attrice Barbara Nascimbene, che durerà fino al 1991: i due non si separano serenamente, e la Nascimbene non esita a definire Ranieri “un uomo pieno di ansie”. Nel 2002 conosce infine Leyla Martinucci, che Ranieri definisce la donna della sua vita. Nonostante il grande trasporto, forse complici i 35 anni di differenza tra i due, la storia d’amore con Leyla si conclude nel 2010.

La carriera di Massimo Ranieri

Massimo Ranieri inizia la propria carriera giovanissimo, girando di bar in bar a intrattenere i turisti per pochi spiccioli. La svolta arriva nel 1964 quando Gianni Arretano un discografico gli offre un contratto da 200 mila lire e un viaggio a New York. A soli 15 anni viene scritturato dalla GDC, complice l’intervento del pianista Enrico Polito. La carriera di Massimo esplode in modo travolgente, inizia ad esibirsi a Canzonissima al Cantagiro, fino al primo Festival di Sanremo a cui partecipa a 17 anni con il brano “Rose Rosse”. Il brano uscito nel 1968 arriva in cima alla classifica diventando uno dei dischi più venduti d’Italia.

Negli anni 70 il cantante inizia in contemporanea la carriera di attore che gli permette di ricevere numerosi riconoscimenti. Nel 1988 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo vincendo con la canzone “Perdere l’amore“, continuando la carriera di attore televisivo e teatrale. Ancora oggi Massimo Ranieri, oltre ad esibirsi con i suoi più grandi successi, prosegue la carriera di attore e regista, in particolare con diversi progetti insieme alla Rai. L’ultimo progetto è del 2015, quando interpreta Pier Paolo Pasolini, complice l’impressionante somiglianza fisica con l’intellettuale, nel film “La Macchinazione” diretto da David Grieco.

 

 

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close