Milano, cadavere di una donna ritrovato a Cernusco sul Naviglio: disposta l’autopsia

Morte Stefano Cucchi, Sospesi i Carabinieri accusati dell'Omicidio 1

Macabro ritrovamento in un comune del Milanese. Il cadavere di una donna riaffiora dal fondale di una cava

È accaduto a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, il cadavere di una donna è stato ritrovato rinchiuso in un sacco di plastica sul fondo di una cava abbandonata. A dare l’allarme il titolare della cava che, trovandosi sul posto, ha notato un pezzo di plastica affiorare sulla superficie dell’acqua.

Dopo averlo osservato attentamente, l’uomo ha notato che il pezzo di plastica era stretto intorno a quello che sembrava l’anatomia si un corpo, e ha così avvertito le forze dell’ordine.

Una volta sul posto, i militari si sono resi conto che si trattava di un cadavere, e hanno chiesto l’aiuto dei vigili del fuoco per recuperarlo. Il cadavere è quello di una donna tra i 40 e i 50 anni, di carnagione chiara. Non se ne conoscono ancora le generalità ma, secondo una prima analisi fatta dagli investigatori, non è improbabile che sia stata gettata nell’acqua della cava già priva di vita.

La donna è stata ritrovata scalza e con addosso soltanto una tuta. Intorno agli arti della donna, prima di comprimerla nel sacco di plastica, sono state assicurate delle pietre, in modo da evitare il galleggiamento. Al momento il Pm della procura di Milano, Francesco Cajani, ha disposto per l’autopsia che sarà in grado di dare altri fondamentali indizi.

Milano, morto un cinese nel quartiere Chinatown: ucciso a colpi d’arma da fuoco

Laureata in Letteratura, Musica e Spettacolo, ha studiato Narrativa e Sceneggiatura cine-televisiva. Grande appassionata di libri, film e serie tv. La scrittura, in ogni contesto, è il suo modo preferito per esprimersi, dare forma ai concetti e condividerli con il mondo.