Mostra del Cinema di Venezia: “Voyage of time. Life’s Journey” di Terrence Malick

Mostra del Cinema di Venezia:

In concorso per il Leone d’Oro 2016, il documentario di Terrence Malick è una smisurata preghiera visiva.

Con “Voyage of time: Life’s Journey” Terrence Malick torna alle tematiche del suo precedente “The Tree of Life” ma questa volta allarga ancora di più la sua visione. Il “viaggio” che dà il titolo alla pellicola è un guardare la storia del mondo intero, dagli albori ad oggi, da una posizione particolare, al di là del tempo e dello spazio. La terra cresce, si popola, si forma e si distrugge in un continuo fluire.

Interessanti le scelte registiche che alternano grandiose immagini paesaggistiche a riprese fatte con dispositivi cellulari, ogni volta che si mostra l’uomo di oggi. La visione di Malick, ormai è chiaro, è una visione olistica che riporta incessantemente alla memoria “2001 Odissea nello Spazio” di Kubrick, che condensò l’intera storia dell’esistenza col lancio di un osso che volteggia nell’aria.

Ruolo importante in “Voyage of time: Life’s Journey” è quello di Cate Blanchett. La sua voce risuona spesso nel film ad invocare la “madre” e per porre domande alle quali non seguono mai risposte. Fotografia dell’esistenza, quindi, ma soprattutto una preghiera visiva dove la scienza convive con la Fede.

Il film verrà presentato in anteprima oggi alle 17 in Sala Grande.

Leggi anche: