Tecnologia

Ossidiana, il primo fumetto made in Molise: intervista all’autore

Ossidiana è il primo fumetto made in Molise e quindi realizzato da fumettisti molisani riuniti nell'associazione Noirexist

Luigi De Michele, in arte Griffo, è un fumettista molisano ed è uno dei ragazzi che ha collaborato alla realizzazione di Ossidiana, un fumetto made in Molise. L’associazione nella quale si riuniscono e che è nata soltanto a dicembre si chiama Noirexist. Il nome riprende un pò dal Noir un genere sia letterario che cinematografico e exist dal fatto che il Molise è una regione che resiste.

Con questa intervista andrò proprio alla scoperta di come è stato realizzato, pensato, insomma tutto ciò che c’è dietro a Ossidiana il fumetto realizzato da fumettisti molisani.

1) Come è nato questo progetto di un fumetto sul Molise?

Più che un fumetto sul Molise si tratta più di un progetto nato interamente in Molise, completamente realizzato da ragazzi molisani. Tutto è nato un paio di anni fa, quando io, Massimo Salzman, Luca Finelli e Sara Serraiuolo realizzammo in occasione del Kiss me deadly una rivista autoprodotta: Nero di Seppia. Un’antologia formata da quattro storie a fumetti. La stampammo in 100 copie che andarno a ruba. Nel settembre 2019, sempre io e Massimo Salzman parlavamo del fatto che sarebbe stato interessante ripetere l’esperimento. Però non ci convinceva di ripartire da un Nero di Seppia 2. Ci serviva qualcosa di diverso, un punto di riferimento per tutti gli appassionati di fumetto, sceneggiatura e illustrazione. Nacque così l’idea dell’associazione culturale Noirexist, che riunisce disegantori, illustratori, sceneggiatori, giocatori da tavolo, Cosplay, e Role playing“.

2) Quante persone hanno collaborato alla realizzazione di questo numero zero?

Sul numero zero di Ossidiana presentato il 9 febbraio scorso al Circolo Sannitico di Campobasso, potete trovare una storia inedita, il tesoro del Moonriver, scritta da Luca Angelo Spallone e disegnata da me. Poi c’è il Re Bove, una ristampa  in bianco e nero scritta e disegnata da Giovanni De Micheli. Massimo Salzman propone una monotavola sperimentale con due sensi di lettura e poi qualche studio di Simona Ionnata e Maddalena Spicciati, delle storie che verranno“.

Sul numero 1 invece troverete quattro storie scritte sempre da Luca Angelo Spallone: Rockfield, Un salto in maschera, Il sicario e Homo  homini Lupus, disegnate rispettivamente da me, Giovanni De Micheli, Massimo Salzman e da Simona Ionata. In più c’è la storia breve Evelyn scritta e disegnata da me“.

3) Quando dovrebbe uscire il primo numero?

Il primo numero, se la situazione migliorerà, dovrebbe uscire ad Aprile“.

4) Come è nato il nome Ossidiana? 

“Siamo arrivati alla scelta del nome Ossidiana, prendendo spunto da una pietra lavica che veniva utilizzata per la realizzazione delle spade”.

5) Come è nata la vostra passione per il fumetto? Quali sono stati i fumettisti di riferimento?

Griffo ha spiegato che la sua passione per il fumetto è nata già alle scuole elementari. Amava scrivere storie, poi iniziò a fare illustrazioni di quelle storie e capì che “il potenziale delle storie disegnate è immenso“. Le sue letture spaziavano da Topolino,Braccio di Ferro per poi passare ai classici giapponesi: I cavalieri dello zodiaco, Ken il guerriero e poi nel 1996 il colpo di fulmine con Dylan Dog.

I suoi fumettisti di riferimento sono stati un pò tutti quelli della scuderia Bonelli: Bruno Brindisi, Goran Parlov, Giampiero Casertano, Ernesto Sejas e tanti altri.

6) Promuoverete la vostra rivista anche all’interno di fiere tipo Romics, Napolicom, Lucca Comics?

Si il nostro obiettivo è questo visto che in queste fiere c’è anche uno spazio riservato alle auto produzioni.

7) Avete in cantiere altri progetti in ambito fumettistico oltre alla rivista Ossidiana?

Per adesso tutta la passione e tutte le forze sono riversate nella produzione e realizzazione della rivista Ossidiana. Però in futuro nulla esclude la produzione di altre forme di fumetto come la Graphic Novel “.

8) Il vostro fumetto sarà acquistabile anche online o solo in fumetteria?

Stiamo cercando dei canali per venderlo online visto che ci sono richieste anche da fuori regione“.

Back to top button
Close
Close