Riforma Pensioni News Oggi 15 Agosto 2016

Riforma Pensioni 2016: Novità e Aggiornamenti (10 Giugno)

Quando arriverà il momento di andare in pensione? Anche oggi 15 agosto ecco tutte le news sulla riforma delle pensioni 2016.

Anche oggi 15 agosto 2016 consueto appuntamento con tutte le news riguardanti la riforma delle pensioni. Gli italiani vicini all’età pensionabile si chiedono quando potranno andare in pensione e con quali modalità. C’è ancora molta confusione a riguardo e la nuova riforma, denominata APE, non sta portando i risultati sperati. A settembre si preannuncia un rinnovamento interno all’INPS, con circa 500/600 nuovi posti disponibili per il nuovo anno e, sempre da settembre/ottobre sono previste diverse novità riguardo alla riforma.

Aggiornamenti 15 agosto 2016

Gli ultimi aggiornamenti di oggi 15 agosto 2016 riguardo alla riforma delle pensioni riguardano le recenti dichiarazioni del sottosegretario Nannicini, che fa chiarezza sui fondi stanziati per la manovra, sui quali sono state diffuse diverse cifre in questi giorni:

“Come abbiamo detto al tavolo con i sindacati insieme al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, la cifra reale arriverà a settembre a ridosso della legge di Bilancio. Non capisco questo dibattito estivo su cifre completamente inventate, come quella di 1,5 miliardi di euro. La volontà del governo la esprime il governo, non fonti anonime. Certo, se non ci fosse stata l’intenzione di investirci risorse, non avremmo avviato un confronto su misure che hanno un costo”.

Tengono banco anche le critiche di Susanna Camusso, che ha considerato un flop la riforma delle pensioni, in quanto, secondo lei, nessun lavoratore vorrà anticipare la pensione con la consapevolezza di indebitarsi per il prossimo ventennio. Questa la risposta di Nannicini a riguardo:

“Le polemiche della Camusso mi sembrano indietro di qualche mese. Il che è già un passo avanti visto che a volte la Cgil, discutendo di tutele nel mercato del lavoro, è apparsa indietro di qualche anno. A me interessa la sostanza. E la sostanza è che si comincia a capire che con l’Ape una platea significativa di beneficiari in condizioni di bisogno riceverà un reddito ponte verso la pensione senza doverlo ripagare, grazie a un bonus fiscale”.

LEGGI ANCHE:

Condividi
Laureato in Comunicazione e Dams presso l'Università della Calabria ed attualmente iscritto al secondo anno magistrale in Scienze e Tecniche della Comunicazione presso l'Università degli studi dell'Insubria di Varese.