Attualità

Ritrovamenti scavi di Paestum: Scoperto frammento di scultura

Un'importantissima scoperta archeologica è stata effettuata nel santuario di Athena presso gli scavi Paestum.

Paestum non finisce di stupire. Nuovi scavi dell’Università di Salerno hanno trovato una testa tardo-arcaica in pietra nel santuario di Atena, in passato di Cerere. Il frammento riporta una particolarità, la superficie posteriore non presenta rifiniture, che ha indotto gli studiosi a ritenere si possa trattare di un frammento di una lastra architettonica, probabilmente una metopa. Se così fosse, sarebbe la prima recuperata nel santuario della dea guerriera.

Il reperto è stato riportato alla luce dagli archeologi diretti da Fausto Longo, direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Salerno: “Per nostra fortuna non tutto il santuario è stato scavato negli anni ’20 e ’30 ed esistono ancora aree intatte da indagare”.Anche quest’anno, l’équipe di ricerca salernitana sta scavando l’edificio sud-est al quale erano state attribuite le terrecotte architettoniche esposte nel Museo, tra i documenti più antichi provenienti da questa zona dell’area archeologica“, ha concluso il direttore.

“La scoperta del frammento è la dimostrazione che a Paestum c’è ancora tanto da indagare e da scoprire sulla storia di questa città” – ha dichiarato il direttore del Parco Archeologico, Gabriel Zuchtriegel –   “Finora la scultura in pietra da Paestum è nota soprattutto dal santuario di Hera alla Foce del Sele, ma non è detto che il quadro non possa cambiare in futuro, anche perché sappiamo che il tempio cosiddetto ‘Basilica’ con molta probabilità aveva metope scolpite: dovevano essere un centinaio, di cui finora non abbiamo traccia. La scoperta dei colleghi salernitani riapre la questione anche per il santuario di Athena”.

Ricordiamo ai nostri lettori che tutti i giorni sarà possibile visitare lo scavo in corso. L’appuntamento è dal lunedì al venerdì, dalle 12:00 alle 12:30, per poter osservare gli archeologi al lavoro e dialogare sui temi dell’archeologia e della ricerca archeologica di Paestum.​

Tag

Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close