Appalti alla Marina Militare, 7 Arresti per Tangenti

Marina Militare: Ufficiale arrestato dalle Fiamme Gialle a Taranto

Sette arresti per le tangenti relative agli appalti alla Marina. La Guarda di Finanza è intervenuta nell’inchiesta riguardante le tangenti pagate per l’affidamento degli appalti, dei servizi e delle forniture da parte del reparto Maricommi e sono state notificate ben sette ordinanze di custodia cautelare di cui 4 sono relative al carcere e tre ai domiciliari.

Per quanto riguarda le misure di vigilanza cautelare relative al carcere sono stati fermati Paolo Bisceglia, un imprenditore di Milano residente a Messina; Marcello Martire, dipendente del Ministero della Difesa che prestava servizio a Maricommi e gli imprenditori Giuseppe Musciacchio e Vincenzo Calabrese, entrambi di Taranto, che sono accusati di corruzione e turbativa d’asta.

Degli arresti domiciliari, invece, rispondono il capitano di vascello Giovanni Di Guardo, ex direttore di Maricommi Taranto (già ai domiciliari nella sua abitazione di Catania), l’imprenditore Pio Mantovani, di Roma, e il commerciante Gaetano Abbate che, peraltro, è il titolare della Kent srl di Taranto, che produce e fornisce le divise militari. Il gip Pompeo Carriere su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone ha proceduto alla firma per questi provvedimenti restrittivi.

Appalti alla Marina Militare, 7 Arresti per Tangenti ultima modifica: 2017-02-02T17:49:35+00:00 da Pascal Acquaviva