11 ottobre 1971, John Lennon pubblica Imagine (video)

11 ottobre 1971, John Lennon pubblica Imagine (video)

L’11 ottobre del 1971 John Lennon, ormai solista dopo la parentesi Beatles, pubblica la canzone Imagine, da molti considerata la canzone più bella di tutti i tempi. Il brano viene solitamente letto erroneamente in chiave pacifista, ma lo stesso Lennon rivelò che Imagine, era molto più vicina al Manifesto del partito comunista che a un inno alla pace. John Lennon in questa canzone prende nettamente le distanze dal materialismo e dall’edonismo degli anni ’70. La stessa Yoko Ono, ispiratrice della canzone e da molti considerata la causa dello scioglimento dei Beatles, disse che il messaggio di Imagine si poteva racchiudere in poche parole: “siamo tutti un solo mondo, un solo paese, un solo popolo”.

Un testo da brividi, semplice ma geniale e soprattutto realizzato da un visionario, forse il più grande dei visionari, che il 9 ottobre di quest’anno, avrebbe compiuto 75 anni, ma che invece venne stroncato per strada da un fan con quattro colpi di pistola. Lo stesso fan che di mattina gli aveva chiesto un autografo, lo aspettò per tutta la giornata e al suo rientro a casa gli sparò davanti alla sua abitazione di New York. Dall’8 dicembre 1980 è iniziata la leggenda di John Lennon, il più famoso dei Beatles e quello che da solista assieme a Paul McCartney ebbe maggior successo.

Imagine è un inno all’uguaglianza, un manifesto culturale di un pensiero sociale e politico sempre attuale, ma sempre poco seguito e condiviso. Sognatore o visionario, John Lennon rimane uno dei personaggi più affascinanti della discografia di tutti i tempi e il suo essere fuori dal comune, ci regala frasi come questa:

“Puoi dire che sono un sognatore
Ma non sono il solo
Spero che ti unirai a noi anche tu un giorno
E il mondo sarà solo uno”.

Laureanda in Letterature Moderne Comparate per il Corso di Laurea in Filologia Moderna, ho diversi anni di esperienza presso testate giornalistiche online, blog culturali e magazine. Mi occupo di serie tv, cinema, letteratura e credo che la cultura l’unica strada che ci può rendere migliori. Ho scelto la scrittura come forma d’arte per cambiare il mondo