A Star Is Born: il Remake 2018 targato Cooper – Lady Gaga

Il terzo remake di uno dei melodrammi di maggior successo di Hollywood.

a star is born

Due grandi debutti: Bradley Cooper al suo da regista, Lady Gaga al suo da protagonista.
L’Attore – regista e la Pop Star, rivelatasi un’ eccellente attrice, hanno trasformato, quello che ad oggi è stato il cavallo di battaglia di Hollywood, in un classico moderno.

A STAR IS BORN – Film del 2018, genere drammatico, musicale e sentimentale, appena uscito nelle sale italiane, è il Remake del film “è nata una stessa” diretto nel 1937 da William A. Wellman. Si tratta del 3° rifacimento, dopo il musical del 1954 di grande successo e il musical rock del 1976 di uno dei melodrammi di maggior fama della storia del cinema.

A differenza dei precedenti, questo remake scompiglia le carte in tavola e lo fa in maniera interessante, rendendo un tema blasonato assolutamente nuovo, attraverso l’unione delle parole, con  la musica e il cinema: la nascita di una nuova stella presuppone la morte di un’altra.

Ti siedi e quello che potrebbe sembrare “solito e  banale”, all’improvviso ti tiene ferma e curiosa, seduta ed impaziente.

Ally, che di giorno veste i semplici panni di cameriera e il venerdì sera quelli di cantante  in un pub locale, ha una voce talentuosa e piena di grinta. Qui incontra per la prima volta Jackson Maine, star del rock, di passaggio per un rifornimento di gin. Nella vita di Jackson un alcolico tira l’altro e questo sin dalla più giovane età, quando il padre, ormai defunto,  trovava nel bere, l’unico modo per avvicinare suo figlio.

I due proseguono insieme la serata e la dolce e timida Ally si ritrova ben presto a prendere a pugni un uomo grande e grosso. La sua favola comincia presto: durante un concerto, lui la invita sul palco, rivelandone il talento sino a quel punto nascosto, al mondo intero. In seguito, sarà con le sue forze, che Ally scalerà le vette del successo, dapprima accanto a Jackson poi seguita da un manager, modificando, non poco la sua immagine ed il suo modo di cantare. Contemporaneamente però  e con la stessa velocità, la  carriera, la  tenuta fisica e psicologica di Jackson precipitano: un problema all’udito che si trascina dalla nascita, il suo legame all’alcool e le sue dipendenza dalle droghe lo portano al declino.

A questo punto l’attenzione si sposta su Ally, il suo successo, i suoi cambiamenti, il suo essere diventata quasi un pupazzo senza volontà, delle logiche dello star system. Di questo in effetti la accusa Jackson, di quell’ aspetto che in precedenza aveva caratterizzato la sua vita. Ma con grande meraviglia, viene fuori l’orgoglio ultrapop della protagonista, che cambia le carte in tavola e rende il finale davvero originale.

Amore, profondo, coraggio e volontà di rendere un sogno realtà, l’orgoglio, il desiderio di rimanere sempre e comunque, in qualche modo, fedeli a se stessi. Trovare il buono nel dramma e portare con se il ricordo.

Un film emozionante, forte, intenso e veritiero che poco risparmia al suo pubblico.
Assolutamente da vedere!

Pubblicato da Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design.
Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre
il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere.
Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica.
Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.