Albero di Natale a Bologna rubato come a Napoli

Anche a Bologna un albero di Natale pubblico è stato segato e portato via da dei vandali.

albero di natale bologna

Un abete in vaso piazzato all’altezza dell’ingresso del frequentatissimo mercatino natalizio di Santa Lucia, in Strada Maggiore, è stato segato e trafugato qualche notte fa, mentre la città di Bologna placidamente dormiva. Era stato posizionato per adornare l’Antica Fiera al Portico dei Servi.

Niente da fare, il ladro ha pensato bene di tenerlo tutto per sé, lasciando senza parole commercianti e cittadini. Il furto fa il paio con quello delle fioriere di un anno fa, quando sparirono durante la stessa Fiera di Santa Lucia in pochi giorni.

Quindi non solo a Napoli ma anche a Bologna, esistono vandali che in dispregio di tutto e di tutti si rendono protagonisti di episodi esecrabili di maleducazione.

Mentre i commercianti di Bologna restano senza parole di fronte a quest’atto di palese inciviltà, a Napoli c’è chi invece, anche attraverso i social, ha voluto ironizzare.prendendo in prestito luoghi comuni altrui, scrivendo che potrebbe esser stata “una baby gang napoletana di passaggio.nella città dotta”.

C’è da aggiungere che il vecchio detto “ogni mondo è paese”, in questo caso trova il suo fondamento, anche se con rammarico di cronista, bisogna prendere atto che la notizia del furto dell’Albero di Natale Felsineo non ha trovato e non ha ricevuto lo stesso spazio mediatico (e non mi riferisco ai soli telegiornali), di quello napoletano. Due brutti episodi che sottolineano ancor più l’imbarbarimento e la decadenza della nostra attuale società che però non hanno ricevuto lo stesso trattamento e clamore mediatico.

 

 

Pubblicato da Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.