Angelina Jolie Regista, Film sul Romanzo “Senza Sangue” di Baricco?

Tanti progetti in cantiere per l'attrice Angelina Jolie.

Angelina Jolie Testimonial di Guerlain, volto della nuova fragranza | Foto 2

Reduce dal recente divorzio dall’ex Brad Pitt, Angelina Jolie sembra essere decisa a buttarsi sul lavoro, tanto di attrice quanto quello di regista. Come attrice la vedremo infatti rivestire i vistosi abiti di Malefica nel sequel di Maleficent. Come regista invece, dopo le non entusiasmanti recenti esperienze di Unbroken By the Sea (quest’ultimo interpretato in coppia con l’ex marito), sta per tornare con diversi progetti all’attivo.

Il primo è First They Killed My Father, film attualmente in post-produzione e ambientato in una terra molto amata dall’attrice: la Cambogia (terra del suo figlio adottivo Maddox). Dopodiché, sarebbe interessata a due adattamenti cinematografici: il primo è Catherine the Great and Potemkin: The Imperial Love Affair tratto dal libro di Simon Sebag Montefiore; l’altro ha il titolo alla 007 ed è The Spy Who Loved, dramma di spionaggio ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e tratto dall’omonimo romanzo di Clare Mulley pubblicato nel 2013. Ironia della sorte anche il suo ex marito è apparso al cinema con una spy story firmata da Robet Zemeckis, che si dice sia stata causa della loro rottura: Allied-Un’ombra nascosta.

E non è finita qui: l’attrice sarebbe infatti interessata all’adattamento del romanzo Senza Sangue del nostro Alessandro Baricco, edito Rizzoli nel 2002, una complessa storia di regolamento di conti ambientata in un non precisato paese ispanico…

Laureato in DAMS all’Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso “Darkside Cinema” e “L’Atalante”, è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, “Interno familiare”. Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.