Attentato San Pietroburgo, Gentiloni: “Italia vicina alla Russia”

Il premier Gentiloni sull'attentato a San Petroburgo: "Italia solidale alla Russia"

Paolo Gentiloni nuovo Presidente del Consiglio: ecco chi è

Il premier Paolo Gentiloni ha commentato su Twitter l’attentato di San Pietroburgo e ha espresso la solidarietà dell’Italia alla Russia. Una bomba esplosa nella metropolitana della città degli zar e ancora tanta paura in Europa. Dopo Londra tocca a San Pietroburgo, anche se per il momento non vi è stata alcuna rivendicazione da parte dell’Isis.

L’esplosione è avvenuta nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 3 aprile 2017, e ha provocato la morte di 10 persone, 47 sono invece i feriti di cui tre versano in gravi condizioni. Un ordigno è esploso, ma nella metropolitana di San Pietroburgo erano presenti anche un’altra bomba che è stata prontamente disinnescata. Il bilancio poteva dunque essere ben più grave. Per la procura generale russa si tratta di un attentato terroristico e, sebbene non se ne conosca ancora il nome, dalle telecamere presenti sul luogo dell’attacco è stato possibile individuare l’attentatore.

ATTENTATO A SAN PIETROBURGO: IL MESSAGGIO DI GENTILONI, ALFANO E MOGHERINI

Sono tanti i messaggi giunti alla Russia e tra questi vi è quello del presidente del Consiglio italiano: “Sgomento per l’attentato nella metro – scrive il premier Gentiloni su Twitter -. Solidarietà alle famiglie delle vittime, Italia vicina a governo e popolo russo”.

Anche altri membri della classe politica italiana hanno voluto mostrare la loro vicinanza al Paese vittima dell’attentato: “Più ferma condanna e il cordoglio e la vicinanza dell’Italia allo Stato e al popolo russo per l’attentato avvenuto poche ore fa a San Pietroburgo”, è il messaggio del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano; Federica Mogherini, l’Alto Rappresentante dell’Ue per gli Affari Esteri, ha voluto esprimere il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla Russia attraverso Twitter: “Insieme con tutti i ministri degli Esteri dell’Ue, i nostri pensieri sono con il popolo della Russia”.

Condividi
Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...