Politica

Bersani contro Renzi: “Fuori dal Pd solo con l’esercito”

E’ scatenato Luigi Bersani che non intende lasciare il Partito Democratico nonostante abbia esternato la sua volontà di andare contro l’indicazione di Renzi di votare si al referendum costituzionale.

L’ex segretario del Pd fa presente che per essere cacciato dal partito ci serve l’esercito perché “…questa è la mia casa”. Poi tornando sul merito del referendum del prossimo 4 dicembre fa presente: “Chi guarda le cose di cui stiamo discutendo in buona fede non può non vedere, non tener conto, che l’incrocio tra le due riforme, quella della Costituzione e l’Italicum, comporta una modifica profonda della forma di governo, una modifica che io ritengo negativa e con quel che succede nel mondo, anche pericolosa”.

Insomma lui dal Pd non si muove e anzi rilancia: “Chi ha responsabilità a tutti i livelli deve dire al mondo che non siamo al ‘giudizio di Dio’. Stiamo discutendo in Italia di una cosa italo e italiana. E il giorno dopo il referendum sul piano sociale economico e anche della permanenza del governo, noi saremo come il giorno prima”. Inoltre Roberto Speranza della minoranza Pd Sinistra Riformista smentisce una possibile scissione.

Leggi anche:

Tag

Nicola Salati

Giornalista professionista che cerca di raccontare, in maniera imparziale, i fatti. Per me scrivere è una passione, l'ho avuta sin da piccolo, che ho cercato di tradurre in mestiere.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close