Bombardamento Siria, Strage di Bambini: 58 morti

Undici bambini sono morti in Siria a seguito del bombardamento avvenuto questa mattina. Il bilancio provvisorio è di 58 morti

Bombardamento Siria, Strage di Bambini: 58 morti

Una vera e propria strage di bambini è stata fatta in Siria con un bombardamento che ha colpito la città di Khan Sheikhun e generato 58 morti e diversi feriti. A perdere la vita almeno undici bambini, il bilancio delle vittime è però ancora provvisorio e potrebbe aumentare nelle prossime ore. In un primo momento si parlava di bombe al cloro, ma, secondo le ultime notizie, si tratterebbe di gas sarin.

L’ennesima strage di bambini in Siria. Continuano i bombardamenti che questa mattina hanno colpito Khan Sheikhun, città in mano ai ribelli, e diversi ospedali da campo generando un enorme numero di vittime. Dalle notizie provenienti dal Paese siriano diversi sono le persone, civili, avvelenati dalle armi chimiche e che presentano schiuma alla bocca e vomito. Un quadro orribile aggravato dal numero di morti e feriti: la notizia è di 58 morti di cui 11 bambini, ma la tv Al-Arabiya parla di 100 decessi e 400 feriti, tra cui molto in gravissime condizioni.

BOMBARDAMENTO SIRIA: CHIESTO VERTICE ONU

Pronta la reazione della Comunità internazionale con tanto di richiesta di un vertice Onu avanzata da Jean-Marc Ayrault, ministro degli Esteri francese. A commentare quanto accaduto in Siria anche Federica Mogherini, Alto Rappresentate dell’Unione Europea per Affari Esteri e Politica di Sicurezza: “È una notizia tremenda. Per gli europei le responsabilità hanno rilevanza, dunque chi ha commesso dei crimini di guerra dovrà risponderne”.

Condividi
Nata l'11 dicembre 1990 a Catania e laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della città etnea. Ho iniziato a scrivere un po' per gioco nel 2012. La mia materia prima è il calcio, occhio però... più che i tacchetti preferisco indossare il tacco 12! Adoro la musica e mi diletto ad armeggiare tra i fornelli. Il mio piatto forte? Chiedetelo ai "miei" assaggiatori...