Attualità

”Branding Dalì”, la mostra a Napoli: Date e Costi

Palazzo Fondi dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 ospita il genio di Dalì. Ecco tutte le info utili sulla mostra.

“Branding Dalí. La costruzione di un mito” è il titolo della nuova mostra dell’artista catalano ospitata a Napoli e che diversamente da “Io Dalì”, ospitata al PAN nel 2018, mette in luce un lato inedito o comunque poco conosciuto dell’opera di Dalì: la straordinaria quanto  inconsueta operazione di auto-branding che l’artista mette in atto durante la sua intera vita, assolutamente anticipatoria rispetto alla definizione stessa di brand, che verrà in seguito.

Allestita  nella splendida cornice di Palazzo Fondi, un luogo di rinascita e riscatto della città partenopea, la mostra è a cura di Alice Devecchi ed è stata organizzata da LelesArt, in collaborazione con con-fine edizioni e Me-diterranea Art, con il patrocinio del Comune di Napoli.
Inaugurata il 25 ottobre 2019  e visitabile fino al  2 febbraio 2020, “Branding Dalí. La costruzione di un mito” permette di esplorare una produzione , come già accennato meno nota al grande pubblico, che però è fondamentale per la comprensione non solo del  processo di “dalinizzazione” perseguito dal grande surrealista, ma dei canali di cui si serviva per attuarla, che esulano dall’ambito dell’arte pittorica tradizionalmente intesa.

La mostra

Oltre 150 opere, provenienti dalla collezione privata di uno dei segretari personali di Dalì, realizzate tra gli anni ‘50 e ‘80: manifesti, serie grafiche, libri, oggetti in porcellana, vetro, argento e terracotta.
Di sala in sala l’esposizione svela un mondo storie collezionistiche intriganti, come ad esempio
La suite Catalane (1954), una serie di rare mattonelle in terracotta destinate in origine ad una piscina, oppure le bottiglie in edizioni limitate per Rosso Antico-Vermouth (1970) e quella commissionata per il brandy Conde de Osborne (1964) di cui realizza il design in porcellana bianca e l’etichetta.
Durante tutto il percorso ben visibile sarà la sua scelta e predilezione per le tecniche di moltiplicazione meccanica dell’immagine, propriamente futuristica: è il caso della Tauromachia surrealista (1970), eliotipie a punta secca, de I dodici apostoli (1977), litografie con oro, e delle incisioni a punta secca Il Bestiario di La Fontaine dalinizzato (1974), tutte in mostra insieme alle illustrazioni xilografiche della Divina Commedia (1960-1963), esposta integralmente e in cui ogni canto dispiega l’intreccio tra il suo immaginario onirico, di matrice De Chirichiana ed un registro quasi Pop.
Di gran meraviglia e gusto concettualmente Pop sono gli oggetti d’uso come serie di piatti e bottiglie o addirittura triviali come le carte da gioco su cui appone il “marchio Dalì”.

Mostra: “Branding Dalì. La costruzione di un mito.”
Quando
: dal 25 Ottobre 2019 al 2 Febbraio 2020
Dove: Palazzo Fondi, Via Medina – Napoli
Orari:da martedì a domenica e festivi dalle 10:00 alle 20:00
(la biglietteria chiude un ora prima),
Giornate speciali: 25 dicembre chiuso, 1 gennaio  aperta dalle 15:00 alle 20:00
Biglietti: Intero € 11 –  Open e Fast Lane € 13- Ridotto € 9 over 65, ragazzi 11-15 anni
Telefono per informazioni: +39 081 1809 8931
E-mail info: info@brandingdali.com
Sito ufficiale: http://www.brandingdali.com

Palazzo Fondi

Uno spazio che si pone tra Storia e Arte contemporanea, Palazzo Fondi, patrimonio artistico – architettonico risalente al XVII secolo, è situato nel centro storico di Napoli, in Via Medina a pochi  passi da Piazza Municipio e dal Maschio Angioino.
Edificio storico, è oggi un luogo contemporaneo di contaminazione tra diverse discipline: mostre, convegni, eventi privati, lanci di prodotto, presentazioni, shooting, e temporary office.
Un luogo di riscatto e di valore per la città partenopea, un progetto speciale che le restituisce uno spazio prestigioso dove si mescolano arte, cultura e sperimentazione. Un’azione di valorizzazione immobiliare temporanea messa in atto  dall’agenzia del Demanio, coordinato e sviluppato dall’ agenzia di Marketing Ninetynine divisione Urban Value.

Carmela Barbato

Laurea Magistrale in Design per l'innovazione presso l'Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli"- Dipartimento Architettura e Design. Sono una Designer del Gioiello, fondatrice del Brand Khàrm design. Oltre il "progettare" ed il "realizzare", mi piace molto lo "scrivere" ed il "raccontare" di tutto ciò che riguarda l'Arte, la Moda, il Gioiello e paradossalmente di Benessere. Gli oggetti che mi rappresentano e che caratterizzano le mie passioni sono un foglio, una matita, dei colori, una macchina fotografica. Mi diletto a scrivere su un blog fondato da me.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close