Salute

Cannella: proprietà magiche e terapeutiche

La cannella, oltre ad esere una spezia di uso comune in cucina, offre anche preziose virtù terapeutiche da cui la nostra salute ne trae enormi benefici. Sana e gustosa, questa spezia è un ottimo rimedio naturale, versatile e anche economico, adatto a diverse situazioni.

Scopriamo insieme tutte le sue proprietà curative

Conosciuta fin dall’antichità, la cannella è stata inizialmente apprezzata per le sue proprietà antisetticche; solo negli ultimi anni, ricerche medico-scientifiche hanno messo in luce i benefici che questa spezia apporta alla salute.

Cenni botanici

La cannella è un albero, il cui nome è Cinnamomum verum, originario dell’India, dello Sri Lanka (Isola di Ceylon) e del Medio Oriente, appartente alla famiglia delle Lauraceae. Dalla corteccia dell’albero si ricava la cannella, commercializzata in bastoncini o sotto forma di polvere che si presta a svariati utilizzi, soprattutto in ambito culinario.

Mentre la polvere è un ingrediente molto utilizzato per la preparazione di dolci, biscotti o per aromatizzare diversi piatti, i bastoncini vengono impiegati per preparare salutari e gustose tisane. L’olio essenziale, invece, ottenuto per distillazione a corrente di vapore alternata della corteccia, è ottimo da diffondere in casa, per purificare gli ambienti chiusi o affollati o da utilizzare come rimedio naturale in alcune situazioni.

Composizione chimica della cannella

Le parti di corteccia, una volta tagliate vengono fatte essiccare. Durante l’essicazione si elimina la parte esterna in eccedenza, fino ad ottenere il classico aspetto a mo’ di tubo che tutti conosciamo.

La cannella è composta da: acqua ( il 10%), proteine (il 4%) , ceneri (3,6%), zuccheri (2,15%), fibre (53%) e grassi (1,25%), minerali tra cui ferro, potassio, fosforo, selenio, rame e zinco, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E e K.

L’olio essenziale di cannella, invece, ha una composizione interessante dove spicca la cinnamaldeide, seguita dal cinnemilacetato, eugenolo, cariofillene, procianidice, acido cinnamico, acidi fenolici.

L’olio essenziale, svolge un’importate azione carminativa, volta a placare nausea, flatulenza, diarree, coliche intestinali e turbe digestive.

Cannella: proprietà e benefici

Sia la cannella in polvere che in bastoncini offre una serie di benefici per l’organismo.

Tra i più importanti vi è sicuramente quello di stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue, infatti, l’estratto secco è un ottimo rimedio per prevenire e coadiuvare il trattamento del diabete mellito di tipo 2.

La polvere di cannella, così come la corteccia intera, è ricca di principi attivi tra cui i polifenoli, in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e di trigliceridi. Ma le sue proprietà non si esauriscono qui: alcune ricerche hanno messo in luce l’ipotetica attività antibatterica di questa spezia, che si comporta come un vero e proprio antibiotico naturale, attivo nei confronti di funghi e, in modo particolare della Candida Albicans. Sarebbe proprio l’olio essenziale ed i suoi componenti a conferirle quest’ultima azione antibiotica, efficace tra l’altro contro alcuni batteri gram positivi e gram negativi.

Secondo la medicina tradizionale cinese, la cannella è utile per combattere raffreddori e virus intestinali, dove svolge un’azione batteriostatica e antivirale. E’ anche una buona fonte di alcuni minerali come manganese, calcio, ferro che aiutano nella ripresa fisica, soprattutto dopo un attacco di natura virale o batterica.

Ha poi doti antinfiammatorie e antidolorifiche, che ne fanno un’indicussa alleata per placare crampi e dolori fastiosi dovuti a dismenorrea, sindrome premestruale, ma anche in caso di artrosi e artriti. Inoltre, il suo utilizzo può giovare in caso di mal di gola ed influenza.

L’uso della cannella mantiene in buona salute l’apparato gastrointestinale. Questa spezia, migliora infatti la digestione, lenisce le mucose gastriche ed intestinali e aiuta a contrastare la nausea. Inoltre, viene particolarmente apprezzata per la sua attività “brucia grassi”, per la sua capacità di ridurre l’assorbimento di lipidi, oltre che di aumentare il senso di sazietà. Queste proprietà ne fanno un’arma vincente per coadiuvare la perdita di peso, associata ovviamente ad un regime alimentare equilibrato e ad una corretta attività fisica.

Alcune ricerche hanno collegato l’utilizzo della cannella nella prevenzione di taluni tipi di tumore, in quanto il mix di principi attivi sarebbe in grado di uccidere alcune categorie di cellule cancerose.

Gli ultimi benefici, ovviamente non per importanza, sono quelli di contrastare lo stress ossidativo cellulare, riducendo i danni causati dai radicali liberi e di migliorare le funzioni cognitive.

Dove acquistare la cannella

Inutile precisare che la cannella è facilmente reperibile nelle migliori erboristerie, dove la potete trovare sotto forma di bastoncini (stecche) o di polvere.

La vera cannella è quella che si ottiene dalla corteccia del Cinnamomun verum definita anche cannella “Regina di Ceylon” ( nome che designa la sua provenienza chr è proprio l’isola di Ceylon nell’attuale Sri Lanka) e non la cannella cinese ottenuta dalla corteccia della specie Cinnamomun Cassia, meno pregiata, di qualità più scadente e con una diversa composizione dell’olio essenziale.

Qualche consiglio su come utilizzare la cannella

La polvere di cannella così come la corteccia si prestano a svariati usi in cucina. Una piccola quantità può dare un aroma inconfondibile a molti cibi o rendere particolarmente gustosi lo strudel di frutta o i biscotti per la prima colazione.

Una spruzzatina di cannella renderà più appetibile e gustosa una cioccolata calda, delle mele cotte, frullati, centrifugati o pancakes, ma si rivelerà ottima per aromatizzare tè (soprattutto quello nero) e caffè.

Tra le ricette salate e i primi piatti, darà un aroma delizioso al risotto speziato o al curry. Se desiderate apportare una gustosa variante al vostro risotto, potete aggiungere al classico soffritto a base di aglio e cipolla, un bastoncino di cannella, un cucchiaino di pepe nero e uno di semi di cumino, procedendo poi alla consueta preparazione del riso.

I vantaggi della cannella in cucina non sono solo rivolte ad apportare gusto, ma anche salute e leggerezza; i piatti non saranno solo più invitanti ma anche più digeribili e sazianti.

Il vero erborista, quello legato indissolubilmente alla tradizione erboristica popolare, vi consiglierà sempre di tenere in dispensa una piccola scorta di cannella; vi sarà utile per preparare anche un infuso rapido contro raffreddore e sindrome parainfluenzale.

Portate ad ebollizione per alcuni minuti un cucchiaio di cannella sminuzzata (o di polvere) in 200 ml. di acqua.  Spegnete il fuoco, aggiungete il succo di 2 limoni freschi e 2 cucchiai di miele di acacia o di millefiori: la costipazione sarà solo un brutto ricordo!

Paola Chiaraluce

41 anni, Alessandrina, erborista dal 1996 nel mio negozio, Erboristeria "Agli Antichi Rimedi", amo la fitoterapia e sono appassionata di cosmesi naturale e alimentazione. Seguo la Dieta Mediterranea della quale apprezzo le specialità di ogni regione.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close