Sport

Carlo Tavecchio: le sue frasi più assurde

Dopo la delusione per la non qualificazione dell’Italia ai Mondiali di Russia, anche lo scandalo delle presunte molestie ha colpito Carlo Tavecchio, di questo ovviamente dovrà occuparsi la magistratura.

Come presidente a lui dobbiamo l’introduzione della Var, quindi non ha fatto solo cose negative, ma anche cose positive, anzi come ha detto a  Tiki Taka Giampiero Mughini“Non possiamo accusare Tavecchio del fallimento tecnico della nazionale”.

Oltre a questi aspetti piacevoli o meno piacevoli, ci sono anche aspetti più goliardici che riguardano Carlo Tavecchio e ci riferiamo ad alcune sue frasi.

Carlo Tavecchio sugli stranieri

“Prima Pogbi Pogba mangiava le banane ed adesso gioca titolare ad esempio nella Lazio“. Un discorso alla Salvini per Tavecchio all’inizio della sua avventura alla guida della Federazione, parole che diede adito a non poche polemiche.

Sulle donne

“Un tempo pensavamo, che fisicamente le donne rispetto a noi uomini fossero handicappate; poi abbiamo capito che sono quasi uguali a noi”.

Qui Tavecchio ha dimostrato tutto il suo maschilismo.

Gli stadi

“Voglio che negli stadi si balli la Lap Dance” 

Qui l’ex presidente dimostra di gradire la “bella vita”.

E sugli omosessuali

“Io non ho nulla contra gli omosessuali, ma che stiano lontani da me, perché io sono normale”.

Qui Carlo Tavecchio ha dimostrato di essere omofobico, anche se forse non sa di esserlo.

Raffaele Ciriello

Sognatore per antonomasia, ritiene che la verità vada ricercata e non creduta per sentito dire. Appassionato di testi antichi i quali ritiene vadano letti per ciò che raccontano, senza volerne alterare il significato, con figure retoriche inesistenti, per veicolare una verità che non esiste. Poeta spesso malinconico. Ama definirsi "Destista"

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close