Caso Parma: il processo per la società e Calaiò

La sentenza in secondo grado potrebbe ribaltare la sentenza a favore del Parma o del Palermo.

Calaiò

E’ iniziato da pochi minuti, a Roma, presso la Corte federale d’appello a sezioni unite, il processo in secondo grado per il “caso Parma“.

Il tutto era nato dal presunto tentativo di illecito sportivo portato avanti da Emanuele Calaiò. Ad incriminare il giocatore tre messaggi indirizzati al giocatore dello Spezia De Col. Il processo di primo grado era terminato con una squalifica di due anni ai danni di Calaiò.

Sentenza pesante anche ai danni del Parma Calcio: infatti, alla società erano stati comminati -5 punti di penalizzazione per il prossimo campionato di Serie A. Presenti al processo i ricorrenti, ovvero il Parma, Calaiò e anche il Palermo.

Se da un lato il Parma chiede il proscioglimento o la riduzione della penalizzazione, la società rosanero rappresentata dal presidente Zamparini, spera nel ribaltamento della sentenza di primo grado avendo, così, la possibilità di prendere il posto del Parma nella massima serie.

Rimanete sintonizzati per la sentenza ufficiale che dovrebbe arrivare in serata.

tifosi-avellino-calcio

Avellino Calcio: i possibili nuovi proprietari

De Cesare Avellino

Avellino Calcio, Gianandrea De Cesare nuovo proprietario