Attualità

Charlie Gard Ultime Notizie: Trump e Papa Francesco pronti ad aiutarlo

La storia di Charlie Gard, il bambino affetto dalla Sindrome di Deplezione Mitocondriale, ha fatto il giro del mondo dopo la decisione dei medici britannici di voler staccare la spina che lo tiene in vita. Dopo tale notizia rimbalzata da una parte all’altra del mondo, diverse sono state le manifestazioni di solidarietà nei confronti del piccolo Charlie e dei suoi genitori, e proprio ieri sia il Vaticano che Donald Trump, sono scesi in campo. Ovviamente proposte di aiuto e collaborazione con la famiglia di Charlie in aiuto del piccolo.

La storia di Charlie Gard

Quella di Charlie è una malattia rara ma soprattutto degenerativa la quale va a colpire i geni fino a portare ad un graduale deperimento muscolare; in tutto il mondo si registrano soltanto 16 casi. Cosa è successo? Poiché le cure sottoposte al piccolo sembrano non dare l’effetto desiderato, i medici britannici hanno preso la decisione di staccare i macchinari che tengono in vita il piccolo. Ovviamente i genitori di Charlie hanno rifiutato tassativamente tale decisione dei medici, optando per un trasferimento del piccolo in un altro ospedale, ma ciò non è stato ben visto dai medici. Tale decisione di trasferire il piccolo è stata anche bocciata dalla Corte europea dei Diritti umani di Strasburgo, poiché il trasferimento dovrebbe avvenire a spese proprie ed anche con soldi ricevuti da una raccolta fondi.

Charlie Gard: la disponibilità di Trump e Papa Francesco

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump  si è reso disponibile per aiutare il piccolo Charlie e poterlo accogliere negli Stati Uniti per sottoporlo ad una cura sperimentale. E così proprio ieri dalla Casa Bianca è arrivato un tweet dello stesso Trump il quale si è così espresso: “Se possiamo aiutare il piccolo Charlie Gard, come i nostri amici in Gb e il Papa, saremmo felici di farlo”. Per quanto riguarda il Vaticano invece, lo stesso Papa Francesco ha auspicato che a Charlie vengano aperte le porte delle cure mediche fino alla fine dei suoi giorni. Infatti proprio ieri il direttore della Sala Stampa Vaticana Greg Burke ha reso pubblica una nota, la quale così dichiarava: “Il Santo Padre Francesco segue con affetto e commozione la vicenda del piccolo Charlie Gard ed esprime la propria vicinanza ai suoi genitori. Per essi prega, auspicando che non si trascuri il loro desiderio di accompagnare e curare sino alla fine il proprio bimbo”. Dopo tali dichiarazioni, l’ospedale pediatrico Bambin Gesù tramite la direttrice Mariella Enoc, si è reso disponibile e pronto ad accogliere il piccolo Charlie.

Tag

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close