Politica

Che fine ha fatto Angelino Alfano? Ecco cosa fa oggi l’ex ministro

Angelino Alfano è stato per diversi anni un esponente della scena politica italiana, ma adesso che fine ha fatto? Ecco cosa fa adesso l’ex Ministro.

Angelino Alfano è stato, per diversi anni, un personaggio di spicco della scena politica italiana, ricoprendo, per molti anni, la carica di Ministro per i diversi governi che si sono susseguiti, da Berlusconi fino a Gentiloni.
Oggi che, abbiamo il M5s a capo del Governo, prima con la Lega di Salvini, ed ora con il Partito Democratico, Alfano non ricopre più alcun ruolo ed è scomparso dalla scena politica italiana. Di sicuro, in molti si staranno chiedendo che fine abbia fatto l’ex Ministro da qualche anno a questa parte.

Cosa fa adesso Angelino Alfano?

Come abbiamo già evidenziato, nell’attuale governo Angelino Alfano non ricompre alcun ruolo. Infatti, lo stesso ex Ministro, nel 2017, aveva annunciato pubblicamente l’intenzione di non ricandidarsi per le elezioni politiche del 2018, che avrebbero sancito la clamorosa vittoria del M5s. Uscito politicamente di scena, Alfano ha ripreso la sua attività d’avvocato, e nel settembre del 2018 è diventato consulente dello studio legale Bonelli Erede Pappalardo (BELEX) di Milano, nella sezione Africa, in squadra con l’egiziano Ziad Bahaa-Eldin, ex politico a capo dell’authority finanziaria egiziana durante la presidenza di Mubārak e vicepremier con Al-Sisi.

Dal luglio 2019, l’ex Ministro è, invece, a capo del primo gruppo sanitario italiano, la holding capofila Policlinico San Donato, la quale controlla strutture ospedaliere come il San Raffaele e il Galeazzi, oltre a numerosi altri presidi sul territorio lombardo.

angelino-alfano-2

La carriera di Angelino Alfano

Angelino Alfano si laurea in giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Inizia la sua esperienza politica giovanile con la Democrazia Cristiana, divenendone segretario provinciale del Movimento giovanile DC di Agrigento. Nel 1994 passa al neonato partito Forza Italia con il quale, due anni dopo, candidatosi per la prima volta, viene eletto

A 25 anni, nel giugno 1996 si candida per la prima volta e viene eletto nel collegio di Agrigento come Deputato all’Assemblea Regionale Siciliana nella XII legislatura. Dal 2000 è capogruppo di Forza Italia all’ARS.

Nel 2001, sempre nelle file di FI, Alfano viene eletto alla Camera dei deputati, inizia così la sua ascesa politica a livello nazionale.
Nel maggio 2008, infatti, viene nominato Ministro della Giustizia del governo Berlusconi IV ed il suo primo provvedimento come Ministro è il cosiddetto “Lodo Alfano”. Dimessosi da Guardasigilli dopo soli tre anni, nel 2013 viene nominato Ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio dei ministri del governo Letta. Ruolo di Ministro dell’Interno che conserva anche l’anno successivo con il neonato governo Renzi, per poi passare a quello di Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel governo Gentiloni nel 2016.

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close