Attualità

Chi è Chico Forti? Biografia del produttore condannato in USA

La storia di Enrico Forti, produttore e velista italiano, condannato negli USA per omicidio: si è sempre professato innocente

La storia di Chico Forti è diventata celebre, negli ultimi tempi, grazie ai servizi de Le Iene. In realtà Chico Forti, velista e produttore televisivo italiano, vive ormai da tempo una storia surreale negli Stati Uniti. Nel 2000 infatti viene condannato negli Stati Uniti per omicidio. Il produttore si è sempre professato innocente e, intanto, crescono i movimenti che chiedono la revisione del processo.

Chi è Chico Forti? Biografia del produttore condannato negli USA

Originario di Trento, frequenta l’ISEF a Verona. Nel lontano 1990 il primo successo sportivo in windsurf. Proprio per questo decide di trasferirsi negli Stati Uniti nel 1992. Questa sarà probabilmente la scelta fatale, non solo per la carriera ma per la vita. Negli USA, prima del processo per omicidio, si sposa con Heather Crane e ha tre figli, Savannah, Jenna e Francesco Luce. Nel 2000 il dramma giudiziario che affonda però le radici nel lontano 1998.

E si perché siamo proprio nel 1998 quando Dale Pike, da cui Chico Forti stava per acquistare il Pikes Hotel, viene trovato morto su una spiaggia a Miami. Enrico Forti (questo il nome all’anagrafe di Chico Forti) viene accusato di omicidio. Soltanto due anni dopo la condanna all’ergastolo, dopo un processo che lascia irrisolte molte questioni e per il quale Chico Forti si dichiara vittima di un clamoroso errore giudiziario.

In Italia, dopo anni di silenzio, Ferdinando Imposimato (legale di Chico Forti) e Robera Bruzzone (consulente criminologa) hanno sottoposto al Ministero degli Esteri ulteriori elementi volti a favorire la revisione del processo. Intanto in Italia è nato un movimento, spontaneo, per richiedere proprio la revisione del processo che conta tra le proprie fila personaggi del calibro di Fiorello, Jovanotti e Red Ronnie.

Chico Forti, la speranza della revisione del processo

Chico Forti si è sempre professato innocente. Di ombre, sul processo e sul suo esito, ce ne sono tantissime. Eppure nel sistema giudiziario statunitense, ottenere la revisione del processo non è così semplice. L’ordinamento USA prevede che per richiedere un nuovo processo debbano emergere prove non solo sconosciute all’epoca del processo ma anche non conoscibili e in grado di modificarne l’esito. Sarebbero dunque da escludere prove indiziarie che, in qualsiasi modo, potevano comunque essere acquisite durante il dibattito processuale: sarebbero comunque inammissibili in caso di un nuovo processo. 

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close