Chi è Massimo Maffezzoli? Nuovo allenatore della Scandone Avellino

Massimo Maffezzoli sarà il nuovo allenatore della Scandone Avellino. Ecco tutte le info su di lui e sulla sua carriera.

Massimo Maffezzoli

La Scandone Avellino ha risolto consensualmente il contratto con Nenad Vucinic e ha affidato la squadra a Massimo Maffezzoli che sarà l’allenatore degli irpini fino alla fine di questo campionato. Il nome di Maffezzoli non dirà molto alla gran parte dei non addetti ai lavori ma il suo curriculum come assistant coach e allenatore di giovanili è di tutto rispetto.

Scopriamo qualcosa in più sul passato del giovane nuovo capo allenatore della Sidigas Avellino chiamato a provare a dare una svolta alla stagione degli irpini.

Massimo Maffezzoli: carriera

Massimo Maffezzoli è nato a Verona nel 1976 ed è proprio nella città veneta che muove i primi passi nel mondo del basket. La panchina entra molto presto nella sua vita: infatti, inizia ad allenare a soli 21 anni quando inizia a lavorare nel settore giovanile della Scaligera Verona. In questi anni conquista diverse finali scudetto giovanili ma ben presto inizia la sua carriera da assistant coach ad alto livello.

Nel 2007 arriva fino alla finale scudetto con la Virtus Roma, ma il meglio della sua carriera finora arriva dopo l’incontro con Meo Sacchetti che lo vuole al suo fianco nei gloriosi anni alla Dinamo Sassari in cui arrivano due Coppe Italia, una Supercoppa e, soprattutto, lo storico scudetto del 2015. Dopo il burrascoso addio di Sacchetti a Sassari, Maffezzoli segue il suo ”,maestro” a Brindisi dove allena al suo fianco per un’altra stagione prima di separarsi da lui per restare in Puglia a collaborare con Sandro Dell’Agnello, subentrato alla guida della compagine pugliese.

Quella che sta per iniziare ad Avellino sarà la sua prima esperienza da capo allenatore di una squadra di massima serie. La Sidigas sta vivendo la stagione più tribolata da un paio di anni a questa parte per via di alcune turbolenze societarie e una certa sfortuna a livello di infortuni, ma è importante chiudere nella maniera migliore possibile quest’anno per non frenare troppo il processo di crescita che a fatica si è avviato in queste ultime importanti stagioni.

Pubblicato da Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.