Sport

Chi è Nadia Nadim? La calciatrice nominata ”Campione dell’Unesco”

Nadia Nadim, calciatrice danese di origini afgane, è stata nominata Campione dell'Unesco per l'educazione delle ragazze e delle donne.

Nadia Nadim è una calciatrice classe 1988 di nazionalità danese ma di origini afgane. Milita nella formazione femminile del Paris Saint-Germain ed è stata da poco nominata Campione Unesco per l’educazione delle ragazze e delle donne dalla Direttrice Unesco Audrey Azoulay nell’ambito di una campagna indirizzata al miglioramento dell’istruzione per le donne in tutto il mondo e al raggiungimento della parità di genere.

Chi è Nadia Nadim?

Come anticipato, Nadia Nadim è una calciatrice della Nazionale danese ma le sue origini sono afgane: infatti, è nata a Kabul nel 1988. La sua vita è stata presto sconvolta dalla perdita del padre Rabani, un generale dell’esercito afgano ucciso barbaramente dai Talebani nel 2000. Dopo la morte del padre è costretta, insieme a tutta la famiglia, ad abbandonare l’Afghanistan per cercare protezione in Occidente. Nadia passa anche dall’Italia prima di trovare una sistemazione in Danimarca dove cresce e, con tanta fatica, si costruisce un futuro nel mondo del calcio divenendo una giocatrice professionista.  Prima di approdare al PSG, Nadia Nadim ha militato a lungo nel prestigioso campionato americano prima di passare al Manchester City, club dal quale si è trasferita in Francia di recente. Ben 74 sono le presenze in Nazionale per una giocatrice che, nonostante gli inizi difficili, può vantare una carriera ad altissimi livelli nel calcio femminile. Il riconoscimento ricevuto dall’Unesco rappresenta un’ulteriore medaglia per un percorso non semplice ma che, dopo tutto, ha portato a una meta di tutto rispetto.

Tag

Emanuele Terracciano

Nato ad Aversa (CE) il 22 agosto 1994 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboro con i siti di Content Lab dal 2015 occupandomi di sport, politica e altro.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close