Arte e Cultura

Chi era Emma Morano, la donna più longeva d’Italia?

Aveva 116 anni la persona più longeva d’Italia, l’ottava in assoluto, vissuta nell’arco di tre secoli.

Emma Morano è diventata famosa per essere stata, in vita, non solo la persona più longeva della storia, ma anche l’unica ad aver vissuto, anche se di poco, a cavallo di tre secoli (1800, 1900 e 2000).
Super centenaria, Emma Morano, d’altra parte, apparteneva ad una famiglia che ha avuto, alle spalle, un’importante tradizione di longevità. Infatti, alcuni componenti della sua famiglia (madre, zia e diverse sorelle) hanno vissuto oltre i novant’anni, mentre la sorella Angela (1908-2011), ha superato anche lei l’età centenaria.

Con i suoi 117 anni e 137 giorni, Emma Morano è attualmente la persona italiana, tra quelle di cui si hanno notizia, che ha vissuto di più, la seconda in Europa, l’ottava nella classifica generale internazionale, che vede tra l’atro lo stradominio del sesso femminile. Per questo motivo, nel 2011, l’allora Presidente Giorgio Napolitano, onorò la Morano con l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Emma Morano: Biografia

Nata il 29 novembre del 1899 a Civiasco, comune in provincia di Vercelli, Emma Martina Luigia Morano era la primogenita di otto figli dell’italiano Giovanni Morano e della svizzera Matilde Bresciani.

Trasferitasi da bambina, per motivi di lavoro del padre ferroviere, inizialmente nell’Alto Novarese, corrispondente all’attuale provincia di Verbania – Cusio – Ossola, successivamente si sposta nel comune di Pallanza, sul Lago Maggiore, dove inizia a lavorare come operaia nella “filatura”.
Durante la Prima Guerra Mondiale, la Morano perde il suo primo amore, e nel 1926 convola a nozze con Giovanni Martinuzzi (1901-1978). Il matrimonio però non è dei migliori, il motivo è da riscontrarsi nei continui maltrattamenti e nelle violenze fisiche subite dal marito che porteranno all’inevitabile separazione dei due. Nel frattempo, nel 1937 Emma mette al mondo Angelo, unico figlio della coppia, che purtroppo morirà dopo solo sei mesi di vita. L’anno successivo, pur rimanendo formalmente sposata, la Morano manda via di casa il consorte, iniziando così a vivere e mantenersi da sola, dimostrando così una forza ed un coraggio che in quegli anni era inimmaginabile per una donna, andando in contro anche agli stereotipi tipici del tempo.

Dopo aver lavorato fino al 1954, sempre come operaia nella filatura presso lo “Jutificio Maioni” di Pallanza, cambierà impiego iniziando a lavorare nella cucina del Collegio “Santa Maria”, gestito dai Marianisti. Qui lavorerà per venti anni, fino al 1975, anno del suo pensionamento.
Emma Morano muore nella sua casa di Pallanza, il 15 aprile 2017, all’età di 117 anni e 137 giorni.

Emma Morano: i segreti della longevità e l’impatto mediatico

Di sicuro, nel corso della sua esistenza, il fatto già che una persona abbia superato il centenario di vita è alquanto curioso, e allo stesso tempo materia d’interesse generale, soprattutto da parte dei mezzi di comunicazione di massa generando servizi, interviste e “speciali” che parlassero della longevità.

Nel 2011, in seguito ad una ricerca, propiziata da George Church per la Harvard Medical School di Boston, dedita alla scoperta dei segreti della longevità, il ricercatore statunitense James Clement si recò dalla Morano per studiarne il caso analizzandone anche il Dna.
D’altra parte, anche in Italia il caso della Morano non poteva certo passare inosservato, specialmente da parte dei media televisivi. Infatti, nel 2013 per il suo 114esimo compleanno la donna venne intervistata dal programma “La vita in diretta”, mentre l’anno successivo le venne recapitato un grandissimo biglietto d’auguri da parte dell’ambasciatrice di Expo 2015, Carla Fracci, con “tutti gli auguri del mondo alla incredibile Emma”, oltre all’invito ufficiale alla esposizione universale.
Compiuti i 117 anni, il 29 novembre 2016, per festeggiare l’ennesimo traguardo si tenne uno spettacolo intitolato “1899, correva l’anno”, un viaggio storico musicale a lei dedicato.

Per quanto riguarda la sua longevità, nelle diverse interviste rilasciate, Emma Morano ha sempre dichiarato che il segreto risiedeva in alcune sue abitudini come l’assumere raramente farmaci (confermato anche dal medico di famiglia), il consumo giornaliero di carne poco cotta e uova, una tantum bere grappa e mangiare dei gianduiotti. Allo stesso tempo, altri due fattori, secondo la centenaria, hanno influito molto sulla sua longevità, vale a dire il “pensare sempre positivo” e l’essere stata sposata solo per poco.

La classifica delle persone più longeve

Nel corso della sua esistenza la centenaria Emma Morano ha, ogni giorno che passava in vita, raggiunto diversi primati, scalando diverse “particolari” classifiche, proprio grazie alla sua longevità. Ad esempio, nel 2015 diventa la persona più longeva di sempre nata in Italia, superando il record dell’italo – americana Dina Manfredini (1897-2012), mentre l’anno successivo con la morte della centenaria statunitense Susannah Mushatt Jones diventa decana dell’umanità.

Attualmente, nella classifica delle 100 persone più longeve al mondo Emma Morano, grazie ai suoi 117 anni e 137 giorni, ricopre l’ottava posizione, davanti alla giapponese Chiyo Miyako (117 anni e 81 giorni) e dietro un’altra giapponese Kane Tanaka (ancora in vita). Fatto curioso, ma anche molto rilevante, della classifica mondiale, il cui primato appartiene alla francese Jeanne Calment con i suoi 122 e 164 giorni anni, è rappresentato dal fatto che nelle prime 20 posizioni ci sia un solo uomo, il giapponese Jirōemon Kimura, denotando un dominio femminile.

D’altra parte, Emma Morano rimarrà però l’unica persona ad aver vissuto nell’arco di tre secoli.

Tag

Alfonso Fanizza

Storico-critico musicale, laureato al D.a.m.s. e in possesso di un Master in “Manager della gestione e organizzazione di eventi culturali e artistici”. Grande appassionato di musica, libri e cinema, con una particolare predisposizione al viaggio.
Back to top button
Close
Close