Tecnologia

Come comunicare correttamente sul web per migliorare il proprio marketing

“Come parla? Le parole sono importanti!”, gridava Nanni Moretti in Palombella Rossa. Questa massima è sempre più attuali. Nel momento storico in cui il marketing si sta definitivamente trasferendo su Internet e sui Social è molto importante correre ai ripari per evitare di essere superati nelle tecniche di vendita.

Comunicare correttamente è una delle prime regole per raggiungere il proprio scopo, specialmente se il brand o il prodotto che si sta pubblicizzando è molto noto al pubblico e non può rischiato di essere denigrato o declassato sul web o sui social.

Il caso Trenitalia: a cosa porta una cattiva comunicazione?

La “promozione” lanciata da Trenitalia per la Festa della Donna 2019 è ormai conosciuta da tutti. La prima compagnia di treni italiana ha deciso di offrire alle sue clienti nella giornata dell’8 Marzo una caramella al limone. Tralasciando il particolare che la promozione è stata studiata male alla radice, visto che il “bonus” sarebbe spettato solo alle clienti che viaggiavano sui Frecciarossa nelle classi più costose, sarebbe potuta anche essere apprezzata se non fosse stata comunicata nella maniera peggiore.

Si leggeva sul sito della compagnia, prima che l’annuncio fosse eliminato:

In occasione della Festa della donna, il prossimo 8 marzo sui treni Frecciarossa e Frecciarossa 1000, se sei una cliente e viaggi in Executive, o se acquisti un Menù Easy Gourmet o usufruisci del servizio Bar o del Ristorante, riceverai in omaggio una caramella gelèe Caffarel al limone

Un tono troppo bambinesco per un’iniziativa commerciale, senza considerare le “troppe condizioni” poste al regalo che fanno irrigidire il cliente nei confronti del comunicatore. Probabilmente con l’aiuto di un copywriter professionista si sarebbe evitata la bufera e il danno di immagine per la compagnia di treni.

Il ruolo del copywriter nella comunicazione

Il copywriter è una figura professionale altamente specializzata tornata alla ribalta in questi ultimi anni. Un copywriter deve essere in grado di conoscere il tono e la forma giusta per comunicare una qualsiasi notizia e deve avere un’ottima conoscenza dei mezzi di comunicazione sui quali questa notizia verrà veicolata al cliente.

Visto e considerato che il marketing si sta spostando massicciamente sul web, è normale che i copywriter lavorano in massa a progetti web-based e devono avere ben presente le pratiche SEO più basilari e più complesse per offrire sempre un servizio di qualità al proprio cliente. Oggi il mestiere di copywriter è uno dei più flessibili: si può lavorare in proprio o decidere di affiliarsi ad un’azienda. Le mansioni di un copywriter rimangono sempre circa immutate. Vediamo quindi nella pratica cosa fa il copywriter.

L’attività principale è scrivere contenuti su commissione e quindi con un linguaggio adatto al pubblico di destinazione. Tuttavia il copywriter non scrive solo articoli o comunicati visto che la sua professione non corrisponde esattamente a quella giornalistica. Un copywriter è anche incaricato di curare il contorno dell’informazione, chiamato anche comunemente storytelling. Creare o curare uno storytelling per conto di terzi non è del tutto facile, ci sono molte tecniche e molte pratiche da seguire. Il copywriter si trova quindi ad operare in un sistema sempre più complesso ed inflazionato.

Tag

Matteo Squillante

Napoletano di nascita, attualmente vivo a Roma. Idealista e sognatore studente di Lettere presso l'Università di Roma Tor Vergata. Osservatore silenzioso e spesso pedante della società attuale. Scrivo di ciò che mi interessa, principalmente politica e temi sociali. Twitter: @MattSquillante

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close