Coming out day 2017: significato e scopo della ricorrenza

Si celebra oggi il ''Coming out day''.

Al via oggi il Coming Out Day, una festa annuale che si osserva in tutto il mondo e che vuole celebrere l’esperienza del “coming out” con la campagna globale “Out in 60”. Lo scopo della giornata è quello di far crescere la consapevolezza sulle sfide LGBT, promuovendo l’inclusione e l’accettazione in tutto il mondo. Alla giornata di oggi, in tutto il mondo, prenderanno parten più di cinquanta tra attori, conatanti e artisti di fama internazionale che, condividendo le loro storie (personali e non) condividendo emozioni ed esperienze di  coming out vogliono aiutare le altre poersone a fare questo grande passo.

Coming out day

L’avvenimento non è solo estero, anche in Italia per oggi si stanno organizzando in dieverse città cortei e manifestazioni di ogni tipo. Ma non solo i cittadini, anche le televisioni cercheranno di partecipare.

Per la nostra nazione la campagna sarà disponibile sulle piattaforme digital e sulle pagine social dei brand MTV (canale 133), MTV Music (canale 704) e Comedy Central (canale 124), presenti in esclusiva su Sky, e su VH1, disponibile sul digitale terrestre (canale 67).

Sappiamo che il processo di coming out può essere per molti una sfida e così abbiamo creato ‘Out in 60’, per onorare la comunità LGBT e dare ad ognuno una piattaforma per condividere le proprio esperienze”, ha detto Georgia Arnold, Senior Vice President, Viacom International Social Responsability. “Siamo entusiasti di avere a bordo una serie di personaggi molto noti in grado di ispirare e offrire un’esperienza personale a coloro che cercano di saperne di più sul coming out e sulla comunità LGBT”.

La campagna di oggi è supportata anche dai social cone facebook, Instagram e Twitter con l’hashtag  #OUTIN60.

Sono già in tantissimi gli aritsiti, soprattutto del panorama straniero, che si stanno mobilitando in questa giornata con video e foto sul social per raccontare le loro esperienze. Ogni anno il grande coinvolgimento aiuta in tanti a farsi coraggio e a superare gli ostacoli.

 

Silvestra Sorbera, classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Ha pubblicato nel 2009 “La prima indagine del Commissario Livia” e a maggio del 2016 la seconda indagine dal titolo “I fiori rubati” con la casa editrice LazyBOOK.
Nel 2013 ha realizzato la favola per bambini “Simone e la rana”, e il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction”. Nel 2014 pubblica con la casa editrice LazyBOOK i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera” e a dicembre 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio”.
A giugno 2016 con la casa editrice PortoSeguo il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2017 pubblica il racconto lungo new adult “Un amore tra gli scogli” e la favola “Simone e la rana. Viaggio nel castello stregato”.