Arte e Cultura

Coronavirus a Napoli: visita virtuale al MANN

Al MANN di Napoli sono state organizzate visite virtuali del museo da effettuare in questo periodo di chiusura per Coronavirus.

Ben sette percorsi di visita, tante collezioni tematiche e poi storie specifiche per conoscere percorsi particolari del grande museo, come quello della Galleria degli Imperatori o quello sui fasti Farnesiani, o sulla Collezione Egizia e tanto altro.

Questa è l’offerta del  grande Museo Archeologico di Napoli. La musica originale del maestro Michael Nyman accompagna un breve ma suggestivo tour virtuale con il direttore Paolo Giulierini. Da casa nostra, comodamente seduti in poltrona, possiamo visitare il grande Museo Napoletano seguendo diversi percorsi.

Il MANN, che ha aderito alla campagna #iorestoacasa, è tra i siti culturali più attivi sul web sin dalle prime ore della chiusura imposta dall’emergenza coronavirus: e così lo spot ‘MANN International’ (progetto Obvia), che segue il museo nelle sue mostre nel mondo, è stato rilanciato con successo dalla pagina Facebook.

La musica è stata donata dall’autore di ‘Lezioni di Piano’ dopo un concerto nel salone della Meridiana al FestivalMann 2018. Il museo, che conta 8000 abbonati e nel 2019 ha sfiorato i 700mila visitatori, mantiene costante quindi il contatto con la sua community e con gli utenti di tutto il mondo. Le celebri opere del MANN, dalla Tazza Farnese al Mosaico di Alessandro, sono raccontate sulla rete dai dipendenti e del museo anche in più di 50 Mann Stories di Mauro Fermariello per Obvia. Con i suoi social il Mann propone in queste ore anche contenuti inediti per la rete. Come la serie di corti ‘Antico presente’ , cinque piccoli film ’emozionali’ girati in varie lingue, firmati da Lucio Fiorentino con musiche di Antonio Fresa. E per chi vuole approfondire , il MANN è visitabile digitalmente anche grazie alla piattaforma Google Arts & Culture.

Tag
Mostra tutto

Antonio Caporaso

Antonio Caporaso è nato a Salerno, vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza, è fotoreporter dal 1990. Insieme con Jacopo Naddeo, dal 2016 ha costituito un laboratorio per le arti fotografiche in Pellezzano (Sa). Ha partecipato a numerose mostre e concorsi fotografici. Scrive libri e collabora con alcune riviste e case editrici nazionali.
Back to top button
Close
Close