Attualità

Dazi doganali USA: ultimatum all’Unione Europea

Larry Kudlow, consigliere per le politiche economiche di Trump, alla Cbnc ha lanciato un chiaro segnale alla Comunità Europea, per evitare i dazi sull’alluminio e l’acciaio devono acconsentire  alle concessioni sul mercato automobilistico. Angela Merkel, attesa a Washington questo Venerdì, è l’ultima possibilità per scongiurare il pressing fiscale entro il primo Maggio, data scelta dal Presidente degli Stati Uniti per l’ultimatum.

Kudlow ha affermato nella sua intervista televisiva che solo le concessioni su tariffe, pratiche economiche e tasse possono evitare il proseguo della politica dei dazi sull’acciaio, visti come unico strumento efficace nelle relazioni economiche internazionali. La Banca Centrale Europea si è riunita oggi in consiglio ed il suo presidente Mario Draghi ha espresso preoccupazione per il crescente clima protezionistico che per ora non ha influito sull’economia europea, ma nel lungo tempo potrebbe dar vita ad un clima di sfiducia pericoloso nel percorso di crescita. L’ultima, e forse unica arma diplomatica, a disposizione dell’Europa, come detto, è costituita da Angela Merkel. La cancelleria tedesca è chiamata ad un lavoro molto delicato: evitare i dazi e proteggere l’accordo sul nucleare iraniano. Una duplice mission impossibile che segue la precedente visita di Emmanuel Macron, piena di belle parole ma priva di concreti risultati. Il clima non è positivo, la stessa Merkel non ha lasciato trapelare ottimismo sull’incontro, anzi ha invitato la stampa a non alimentare false speranze, a meno di miracoli i dazi arriveranno il primo Maggio. Gli Stati Uniti hanno dato il via a questa politica di stampo protezionistica il 25 Marzo, da allora sull’acciaio grava un dazio del 25% mentre sull’alluminio del 10%. Trump ha ammesso di avere scelto questa strategia per ovviare ai comportamenti sleali degli altri paesi, Cina in primis, fino ad oggi però l’Unione Europea aveva goduto di un trattamento soft grazie a diverse esenzioni, un trattamento di riguardo destinato però a esaurirsi il primo Maggio.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close