Johnny Deep: nuove dichiarazioni riaprono il caso di violenza domestica

Nell’ultima intervista con British GQ l’attore si sarebbe difeso.

premiere of Disney’s “Alice Through The Looking Glass”

La coppia Depp-Heard fa di nuovo parlare di sé in queste ore. Ultimamente, l’attore de “La fabbrica di cioccolato” è tornato a fare interviste per arricchire la sua immagine pubblica. In particolare, con il magazine “British GQ” si sarebbe difeso dall’accuse dell’ex moglie Amber Heard per violenza domestica.

I due si erano conosciuti sul set di “The Rum diary – Cronache di una passione” per poi fidanzarsi nel 2014 e sposarsi l’anno successivo. Dopo solo 15 mesi di matrimonio, l’attrice ha presentato richiesta per il divorzio accompagnata dalle accuse contro il marito. La tesi di violenza domestica è stata smentita dalla polizia di Los Angeles e successivamente l’attrice ha donato i 7 milioni di risarcimento a due enti di beneficenza.

Dopo l’ultima intervista di Depp, il team legale della Heard è tornato a parlare della questione di due anni fa, accusando l’attore di aver violato l’accordo del divorzio e criticando il magazine per non aver parlato anche con i testimoni delle apparenti violenze. La Heard lo aveva accusato di averle lanciato un telefono in viso, di averle tirato i capelli e di varie violenze dopo che l’attore avrebbe assunto stupefacenti.

A conferma della natura violenta di Depp, era uscito anche un video su TMZ dove si “vedrebbe” l’attore mentre sbatte porte e rompe oggetti dopo aver bevuto. Anche riguardo questo video, gli avvocati di Depp hanno negato la veridicità della prova, definendolo “pesantemente editato”.

In questi giorni la parte dell’attore ha dichiarato che la questione sarebbe lontana dalla chiusura. Infatti, dopo che gli avvocati della controparte si sono detti “oltraggiati” dall’intervista di Depp, il team dell’attore è pronto a presentare nuove prove al tribunale inglese riguardo i ripetuti attacchi violenti dell’Heard contro l’ex marito. L’attrice è stata già in passato accusata, evitando però la prigione, per violenza contro l’ex moglie. La Heard e il suo team non hanno ancora risposto a queste dichiarazioni, se non con una foto postata dall’attrice dove si vede lei avvolta dalla bandiera americana, con la didascalia “we survivors…”.

Secondo gli avvocati dell’attore, la Heard avrebbe inventato le accuse di violenza e successivamente, sarebbe diventata una delle paladine (quindi ingannevolmente) del movimento #MeToo. Waldman, il capo legale di Depp si è detto impaziente di sentire i “testimoni” che la controparte avrebbe pronti, ma che non si sono mai fatti vedere.

In attesa di ulteriori sviluppi della vicenda, vi ricordiamo che rivedremo presto Johnny Depp nei panni del malvagio Grindelwald in “Animali Fantastici: i crimini di Grindelwald”, mentre Amber Heard sarà l’innamorata di Aquamen nell’imminente cinecomic con Jason Momoa.