Dimissioni Tavecchio, si dimette anche il Presidente?

Dimissioni di Tavecchio richieste da grande parte dei tifosi italiani: il Presidente si dimette davvero?

Non solo Giampiero Ventura tra i papabili per le dimissioni dopo l’eliminazione dell’Italia dal Mondiale 2018. Le dimissioni del Presidente Tavecchio non sono però così scontate: il commissario tecnico della Nazionale farà da capro espiatorio ma il Presidente Tavecchio non dovrebbe seguire le orme di Abete. Eppure proprio Tavecchio finisce sul banco degli imputati.

Se Ventura si dimette sembrerebbe quasi banale pensare che anche Tavecchio pensi di fare lo stesso. La scelta del CT fu del Presidente e il punto raggiunto dalla Nazionale è davvero troppo basso per pensare che non ci siano responsabilità della dirigenza in tutto ciò che abbiamo visto in questi mesi. La provocazione sarebbe addirittura quella di vedere Ventura restare e Tavecchio dimettersi.

Sarebbe un gesto doveroso quello del Presidente della Federazione: Tavecchio ha responsabilità che il movimento politico-sportivo italiano non può e non potrà in nessun caso ignorare. Le dimissioni di Tavecchio, in questo momento, rappresenterebbe un atto dovuto, un atto di rispetto verso il calcio italiano. La sconfitta contro la Svezia all’andata e il pareggio a Milano costituiscono uno dei capitoli peggiori della Nazionale Italiana e Tavecchio non può uscirne indenne.

Napoletano di nascita e cilentano d’adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter