Attualità

Eutanasia, Papa Francesco: “eutanasia non è una scelta di civiltà”

Una vera e propria denuncia è stata urlata a grano voce quest’oggi da Papa Francesco. Quest’ultimo infatti, oggi, incontrando la Congregazione della Dottrina della Fede ha parlato  dell’Eutanasia ovvero la volontaria interruzione della vita. Un argomento molto discusso in ambito religioso, specialmente in questo periodo, si assiste ad un aumento di casi.

Un fenomeno in crescita

“In molti Paesi una crescita della richiesta di eutanasia come affermazione ideologica della volontà di potenza dell’uomo sulla vita”. Con queste parole, il Santo Padre ha parlato ai membri dell’ex Santo Uffizio, spiegando cosa è successo in questi secoli. Quello che viene definito processo di secolarizzazione, ha portato l’uomo a vedere l’interruzione della vita come segno di civiltà“È chiaro – ha continuato Papa Francesco – che laddove la vita vale non per la sua dignità, ma per la sua efficienza e per la sua produttività, tutto ciò diventa possibile”.

Malattia e Speranza

“Il dolore, la sofferenza, il senso della vita e della morte sono realtà che la mentalità contemporanea fatica ad affrontare con uno sguardo pieno di speranza”. Si può avere speranza nella malattia ? Papa Francesco ne ha abbondantemente parlato nel corso del 2017. La speranza deve però essere reale, concreta e affidabile. Questo perché: “senza una speranza affidabile che lo aiuti ad affrontare anche il dolore e la morte, l’uomo non riesce a vivere bene. E a conservare una prospettiva fiduciosa davanti al suo futuro”.

La missione del Santo Uffizio

Al termine dell’udienza privato, il Santo Padre ha poi salutato i partecipanti, ricordando il lavoro del Santo Uffizio. Dunque la missione di quest’ultimo, ha spiegato Papa Francesco: “assume un volto eminentemente pastorale”. Pertanto i pastori sono coloro che: “non abbandonano l’uomo a sé stesso, né lo lasciano in preda del suo disorientamento e dei suoi errori, ma con verità e misericordia lo riportano a ritrovare il suo volto autentico nel bene”.

 

Giovanni Azzara

Studente in Teologia, appassionato di tutto ciò che riguarda la storia, in particolare quella della Chiesa e anche di giornalismo. Sognatore e visionario, speaker radiofonico e amante dell'arte in generale. Il mio sogno ? Diventare vaticanista! Twitter: @Azzarag91

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close