Festa dei Nonni 2 ottobre: origini e curiosità

Ogni 2 ottobre si celebra la Festa dei Nonni. Ricorrenza nata negli Stati Uniti nel 1978 che dal 2005 è stata introdotta anche il Italia

Il 2 ottobre è la Festa dei Nonni, una celebrazione nata negli Stati Uniti nel 1978 e introdotta in Italia con la legge n.159 del 31 luglio 2005. Sostenitori della famiglia, angeli custodi dell’infanzia, la Festa dei Nonni intende onorare l’importante ruolo svolto dai nonni all’interno del nucleo famigliare. In Italia, le regioni, province e comuni organizzano iniziative per valorizzare il loro importante contributo. Nonostante sia una festa, non sono previste le chiusure delle scuole, anzi: secondo la legge è bene approfondire le «tematiche relative alle crescenti funzioni assunte dai nonni nella famiglia e nella società».

Come nasce la Festa dei Nonni?

La curiosa idea di dedicare una giornata nazionale ai nonni, è venuta in mente ad una casalinga West Virginia. Marian Mc Quade era madre di 15 figli e nonna di 40 nipoti. Fin dagli anni ’50, trascorreva molto tempo con gli anziani, prendendosene cura. Nel 1970 iniziò la sua campagna per diffondere il suo messaggio: l’esperienza dei nonni costituisce una risorsa per i più giovani, sia dal punto di vista affettivo che culturale. Così, nel 1978, la donna presenta la sua proposta al presidente americano Jimmy Carter. Così, venne proclamata la festa nazionale dei nonni – Grandparents Day – celebrata ogni anno la prima domenica di settembre, dopo il Labour Day.

I nonni sono figure importanti per le nostre famiglie, per questo non bisogna mai dimenticarli. La Festa dei Nonni non è solo oggi, ma vanno ringraziati tutti i giorni per l’immenso aiuto verso i propri cari. Purtroppo, non tutti hanno la fortuna di avere i nonni. Chi li ha ancora accanto, dovrebbe essere grato della loro presenza, del loro sostegno e del loro immenso amore. Con la loro saggezza ed esperienza arricchiscono la vita dei nipoti, consapevoli di trovare nella figura del nonno un porto sicuro. Auguri a tutti i nonni!

 

 

Vivo con un paio di occhiali e con uno zainetto in spalla. Scrivo e fotografo per raccontare, per questo sono alla continua ricerca d’ispirazione. Nel frattempo, studio le dinamiche dell’ICT. Se non mi trovi online, sono in cucina a sfornare una crêpe. Qui su Newsly.it per una nuova avventura!