Feud: la Serie su Bette Davis e Joan Crawford

Feud: la Serie su Bette Davis e Joan Crawford 2

Ecco la prima immagine di Feud, rilasciata dalla rivista americana Entertainment Weekly.

Si tratta di una mini-serie di otto episodi in arrivo a marzo (almeno negli Stati Uniti, per l’Italia non si sa), il cui plot sarà incentrato sulla storica rivalità tra le due grandi attrici della Hollywood classica, Bette Davis (interpretata da Susan Sarandon) e Joan Crawford (interpretata da Jessica Lange).

In effetti, l’immagine rilasciata le ritrae come in una scena tratta da Eva contro Eva, il celebre film diretto da Joseph L. Mankiewicz e premiato con l’Oscar in cui si raccontava della rivalità femminile all’interno del mondo del teatro tra un’aspirante attrice e arrampicatrice sociale Eve Harrington (Anne Baxter) e la stella del teatro Margo Channing (interpretata dalla stessa Bette Davis), un film che è stato poi omaggiato e fonte di ispirazione di tanti altri artisti, non solo registi.

Le due attrici, verso la fine degli anni ’60, si ritroveranno addirittura a condividere lo stesso set, quello del film di Robert Aldrich Che fine ha fatto Baby Jane?, che racconta di un’antica e feroce rivalità tra due sorelle ex attrici dimenticate di Hollywood. E gli otto episodi verteranno proprio sui giorni di quel set.

Il film affronterà i temi del sessismo e della misoginia all’interno della Hollywood classica, dove le attrici oltre i 40 e i 50 anni erano considerate già inutili e finite.

La serie è prodotta, tra gli altri, da Brad Pitt e nel cast figurano anche altri nomi noti nei panni di altrettanti celebri figure della Hollywood classica: Alfred Molina (Robert Aldrich), Sarah Paulson (Geraldine Page), Stanley Tucci (Jack L. Warner), Judy Davis (Edda Hopper), Dominic Burger (Victor Buono), Catherine Zeta-Jones (Olivia De Havilland) e Kathy Bates (Joan Blondell).

Laureato in DAMS all’Università degli Studi di Torino e diplomato in Filmmaking presso la Scuola Holden, ha frequentato diversi workshop di sceneggiatura e critica cinematografica, formando la sua esperienza anche presso alcuni Festival cinematografici (Torino, Bobbio e Venezia). Già redattore presso “Darkside Cinema” e “L’Atalante”, è autore di racconti, soggetti e sceneggiature, nonché regista di un cortometraggio, “Interno familiare”. Nel 2016, un suo soggetto per lungometraggio è stato tra i finalisti al Pitch in The Day- Concorso Opere prime.