Politica

G7 a Taormina 2017: Cos’è e Come funziona?

Il 26 e 27 maggio prossimi in programma a Taormina il G7 2017, il summit dei principali capi di Governo dei 7 paesi più importanti al mondo. Taormina, perla siciliana, sarà blindata per evitare qualsiasi rischio. Si tratta di un appuntamento storico, il cui senso, proprio in questo particolare momento storico, assume contorni ancor più particolari.

G7 di Taormina: la storia del summit

Il G7 nasce nel 1975 ed il nome prende spunto dal numero di Paesi partecipanti, vale a dire quelli più ricchi al Mondo, essi sono: Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Canada, ai quali si aggiunse nel 1998 la Russia, formando così il G8, i motivi di tale scelta riguardavano  la potenza militare dei russi, ma al tempo stesso la sua economia non era considerata tanto influente, questo causò tre anni fa la sua esclusione dal vertice, ripristinando il precedente formato dei 7 Stati.

Il vertice sorse per affrontare i problemi macroeconomici internazionali, ne viene svolto uno all’anno ed a turnazione tra i vari Paesi rappresentanti. Il primo in assoluto si svolse in Francia a Rambouillet, tra il 15 ed il 17 novembre del 1975, cinque anni dopo, per la prima volta toccò all’Italia ospitarlo, e la sede fu Venezia, la stessa in cui si tenne quella del 1987, mentre nel ’94 fu la volta di Napoli. Nel 2001, a Genova, si ricorda uno dei G7 maggiormente famigerati, quando avvenne l’uccisione del manifestante Carlo Giuliani. L’ultima volta nel nostro Paese, accadde invece nel 2009, a L’Aquila, a poche settimane dal terremoto in terra abruzzese.

G7 2017 di Taormina: l’organizzazione

Ad otto anni di distanza dall’ultima volta, l’Italia ritorna dunque ad ospitare l’evento, nel quale vengono radunati i 7 capi di Stato dei Paesi più potenti al Mondo, il Presidente del Consiglio Europeo e sei organizzazioni internazionali. La scorsa estate si era decisa la sede in cui verrà organizzato il vertice, vale a dire Taormina, la motivazione riguardo alla località siciliana non è casuale, anche perché uno degli argomenti principali sarà quello dei migranti, oltre ai problemi relativi alle diseguaglianze sociali ed i temi inerenti l’ambiente e le questioni energetiche.

All’evento parteciperà per la prima volta Donald Trump, oltre a Gentiloni, il quale terrà gli onori di casa come Capo dello Stato del Paese ospitante. I giorni in cui si terrà l’appuntamento, riguarderanno venerdì 26 e sabato 27 maggio. L’edizione 2017 del G7, sarà la numero 43 dalla sua fondazione, e verrà svolta per la sesta volta in Italia, e la prima in Sicilia, a Taormina.

Tag

Giorgio Azzarelli

Nato a Ragusa il 17 settembre 1987, cresciuto a Pozzallo, laureato in Economia Aziendale, grande appassionato di sport e di imprese sportive. Da sempre tifoso dell'Inter, una passione mai retrocessa come la storia della squadra nerazzurra.
Back to top button
Close
Close