Get Out – Scappa: Uscita e Trama del film rivelazione Usa

La trama di "Get Out - Scappa", il film che ha riscosso enorme successo negli Usa e pronto a sbarcare nelle sale italiane

Il fenomeno di incassi “Get out – Scappa” arriva finalmente in Italia giovedì 18 maggio. Presentato il 24 gennaio 2017 al Sundance Film Festival, e uscito nelle sale americane il 24 febbraio, il film ha incassato 175 milioni di dollari a fronte di un costo di produzione di “appena” 4,5 milioni. La pellicola segna l’esordio dietro la macchina da presa di Jordan Peele, attore comico famoso negli States, che ha deciso di cimentarsi in un lavoro di scrittura e regia.

Get Out – Scappa: il riassunto della trama 

Diversi i temi del film, ma quello che realmente sorprende e spiazza lo spettatore è la modalità con cui vengono affrontati. La decisione di trattare un argomento come il razzismo in maniera audace e in un’ottica del tutto nuova rendono questa prima opera del regista una vera e propria prova di coraggio ben riuscita. Chris è un fotografo di colore di successo dal passato non troppo felice. La sua fidanzata Rose, bianca, decide di presentarlo alla propria famiglia. Il ragazzo preoccupato per i possibili pregiudizi accetta malvolentieri di andare e si ritrova proiettato in una famiglia dell’upper class americana. Quello che sembra l’incipit di un moderno “Indovina chi viene a cena” si trasforma ben presto in un gioco di specchi, in cui la realtà sembra cambiare continuamente.

Il weekend si trasformerà ben presto in una lotta contro i propri demoni interiori e quelli in giacca e cravatta. Cosa si cela dietro l’ipocrisia della tipica famiglia bianca benestante americana? Un crescendo di tensione e ansia che lasciano lo spettatore incollato alla poltrona (ricordate queste parole) per tutto il film. La vena satirica di Peele di certo non manca. Il regista decide di strizzare l’occhio, per sua stessa ammissione, agli horror degli anni ’70 che oltre a spaventare erano anche il simbolo di una forte denuncia sociale.

Nato nel 1989 in provincia di Avellino, trasferito a Roma per seguire un Master in critica giornalistica, mi sono appassionato alla scrittura grazie agli stimoli e alle proposte della capitale. Musicista e musicologo, da sempre appassionato anche di cinema e teatro, sono un accanito consumatore di qualsiasi forma d’arte. Non mi pongo mai barriere.